Manca il piano ambientale dell’impianto Mack di Fiat Chrysler

Lo stato del Michigan ha chiesto a Fiat Chrysler di fare di più per rispondere alle preoccupazioni sulla qualità dell'aria dal suo nuovo impianto di assemblaggio di Mack Avenue

di , pubblicato il
Fiat Chrysler

Lo stato del Michigan ha chiesto a Fiat Chrysler di fare di più per rispondere alle preoccupazioni sulla qualità dell’aria dal suo nuovo impianto di assemblaggio di Mack Avenue sul lato est di Detroit, nonostante la casa automobilistica italiana americana affermi che il suo stabilimento avrà il tasso di emissioni più basso di qualsiasi impianto di assemblaggio di auto negli Stati Uniti. Il Dipartimento dell’Ambiente e la Divisione della qualità dell’aria dell’Energia hanno stabilito che i piani di Fiat Chrysler per affrontare e monitorare le condizioni ambientali sul sito sono “carenti” e “inaccettabili”, secondo una lettera alla casa automobilistica. Le dichiarazioni arrivano tra le proteste dei legislatori e dei residenti nel quartiere che circonda la fabbrica.

Il Michigan ha chiesto a Fiat Chrysler di fare di più per rispondere alle preoccupazioni sulla qualità dell’aria dal suo nuovo impianto

“Il piano non è all’altezza delle aspettative e sono necessari ulteriori chiarimenti e informazioni”, ha scritto Mary Ann Dolehanty, direttrice della divisione Air Quality, nella lettera di venerdì. Lo stato ha contestato i piani di Fiat Chrysler di monitorare la qualità dell’aria per due settimane in ciascun trimestre in una singola posizione, nonché alcuni degli strumenti di misurazione che la società aveva pianificato di utilizzare che non soddisfacevano gli standard.

“Questo non fornirà dati sufficienti per caratterizzare la qualità dell’aria”, ha scritto Dolehanty. “Il campionamento dovrebbe essere continuo o seguire il programma di campionamento da uno a tre giorni pubblicato dalla United States Environmental Protection Agency.” La divisione statale raccomanda di effettuare il campionamento in due posizioni. Inoltre, ha richiesto ulteriori informazioni su come la società ha messo insieme il piano e con chi, il suo progetto di piantagione di mille alberi e iniziative di educazione alla salute pubblica.

La divisione vuole anche una spiegazione del perché non è stata proposta la filtrazione dell’aria e un’indagine per un pilota in uno dei suoi edifici sul sito.

“Sappiamo che mentre costruiamo il nostro nuovo impianto di assemblaggio all’avanguardia e portiamo quasi 5.000 nuovi posti di lavoro a Detroit, FCA ha una grande responsabilità – e piano – di ridurre al minimo l’impatto ambientale sulla comunità per questa e le generazioni future, “ha dichiarato un rappresentante della FCA in una nota. “Non vediamo l’ora di lavorare con EGLE per risolvere eventuali preoccupazioni in sospeso.”

Fiat Chrysler ha affermato che l’impianto “privo di discariche” rappresenterà una riduzione del 10% delle emissioni nella regione con aggiornamenti simili previsti per il suo impianto di assemblaggio a Warren. Il sito di Mack dovrebbe produrre un terzo dei composti organici volatili presenti nell’adiacente Jefferson North Assembly Plant. I composti organici volatili diventano vapore a temperatura ambiente.

Fiat Chrysler a novembre ha dichiarato di aver incontrato i residenti pubblicamente e privatamente per sviluppare il suo piano ambientale. Il piano include anche il controllo dell’acqua di deflusso, l’installazione di barriere vegetative e altre iniziative di conservazione. A ottobre, i residenti hanno organizzato una manifestazione per chiedere a Fiat Chrysler di donare fondi al fondo sanitario pubblico, implementare la filtrazione dell’aria nelle scuole e in altri siti con residenti vulnerabili e altre iniziative. Una petizione è stata presentata al dipartimento EGLE dello stato.

“La giustizia ambientale riguarda il centrare coloro che sono maggiormente colpiti dall’inquinamento”, afferma il senatore Stephanie Chang. D-Detroit, ha detto in una dichiarazione martedì. “FCA ha l’opportunità di essere i migliori vicini che i nostri residenti meritano – ed è rassicurante sapere che lo stato è dalla nostra parte nel chiedere di fare di più”.

La città di Detroit e la Michigan Economic Development Corp., finanziata dallo stato, stanno supportando la trasformazione dell’ex Mack Avenue Engine Complex nel primo nuovo impianto di assemblaggio della città in quasi tre decenni con incentivi per 92,9 milioni di dollari. Il progetto da $ 1,6 miliardi dovrebbe creare 3.850 nuovi posti di lavoro e iniziare la produzione entro la fine dell’anno.

Un piano di benefici per la comunità afferma che assumerà prima da Detroit e investirà $ 35 milioni nel quartiere.

FCA è una società multimiliardaria che dovrebbe rendersi conto che se hai intenzione di chiedere dollari pubblici, devi lavorare per migliorare le comunità che ti danno quei dollari”, ha detto la deputata Rashida Tlaib, D-Detroit, in una nota. “Le promesse di posti di lavoro non sono sufficienti per prevenire le malattie respiratorie e garantire che abbiamo comunità sane. Possiamo avere posti di lavoro, migliorare la salute pubblica e strumenti per migliorare i quartieri se FCA si concentra sui loro vicini e non solo sui loro profitti “.

Leggi anche: Fiat Chrysler ha rivelato il suo nuovo sistema di infotainment Uconnect 5

Argomenti: