Lotus pianifica versioni BEV per tutti i modelli futuri

Lotus: ogni modello futuro avrà anche una versione completamente elettrica

di , pubblicato il
Lotus: ogni modello futuro avrà anche una versione completamente elettrica

Dopo l’Hypercar completamente elettrica Evija presentato pochi giorni fa, Lotus vuole introdurre una sola auto sportiva a combustione pura alla fine del prossimo anno, dopo la quale ogni modello futuro avrà anche una versione completamente elettrica. I piani sono stati annunciati da Phil Popham, CEO del produttore Geely. Solo 130 Evija dovranno essere prodotti. “Dopo aver costruito le nostre 130 Hypercar elettriche ci concentreremo sulla ricostruzione della nostra gamma di auto sportive di base”, ha detto Popham in un’intervista con fonti dei media britanniche.

Lotus: ogni modello futuro avrà anche una versione completamente elettrica

Lotus potrebbe omettere il passaggio intermedio dell’ibridazione. Alla domanda se Lotus eviterà auto ibride sulla strada dell’elettrificazione, il CEO della Lotus ha semplicemente risposto: “Questa è certamente un’opzione”. Grazie alla costruzione del suo corpo in fibra di carbonio, l’auto sportiva elettrica Evija, recentemente introdotta, peserà 1,680 chilogrammi e la batteria consentirà un’autonomia fino a 400 chilometri. Allo stesso tempo, l’auto dovrebbe anche essere in grado di accelerare fino a 100 km / h in meno di tre secondi e raggiungere velocità massime fino a 320 km / h. L’Evija costerà più di due milioni di dollari.

Sotto il suo proprietario cinese, il marchio britannico di auto sportive ha grandi progetti: negli ultimi anni sono state vendute circa 1.700 auto sportive (tutte con motori a benzina), ma la capacità teorica dell’impianto presso la sede Hethel di 5.000 veicoli dovrebbe presto esaurirsi. Fino a 10.000 dovrebbero essere teoricamente possibili utilizzando una produzione a due turni, tuttavia, per i modelli di volume futuri, come un SUV, è anche ipotizzabile la produzione in Cina.

“Il luogo di produzione dipende dal vantaggio locale”, ha affermato Feng Qingfeng, CTO di Geely.

“Il Regno Unito è bravo a costruire auto fatte a mano, quindi sportive e ipercar. In Cina, potremmo avere più vantaggi nell’infrastruttura per le auto di produzione di serie. “Quando la decisione sarà presa non è stata annunciata, tuttavia, la spaccatura logica per le competenze di produzione è immediatamente evidente.

Leggi anche: Lotus amplierà il suo staff tecnico per accelerare i suoi piani di espansione

Argomenti: