Lotus amplierà il suo staff tecnico per accelerare i suoi piani di espansione

La casa inglese ha deciso di aumentare il numero dei suoi ingegneri di circa 200 unità per poter realizzare i suoi piani di espansione

di , pubblicato il
La casa inglese ha deciso di aumentare il numero dei suoi ingegneri di circa 200 unità per poter realizzare i suoi piani di espansione

Lotus sta assumendo 200 nuovi ingegneri con l’obiettivo di accelerare un piano di risanamento finanziato dal cinese Geely. Nell’ambito di una strategia per triplicare la produzione a 5.000 auto all’anno, la casa automobilistica sta anche aprendo un centro di ingegneria nelle Midlands.

Si tratta della prima volta che il marchio inglese va oltre la sua sede di Norfolk. Phil Popham, amministratore delegato, ha detto che la mossa fa parte di una dimostrazione di intenti per un investimento di svariati miliardi di sterline di Geely, che include anche il lancio di un’ipercar da 1 milione di sterline.

La casa inglese ha deciso di aumentare il numero dei suoi ingegneri di circa 200 unità per poter realizzare i suoi piani di espansione

“Lotus è stata in modalità sopravvivenza per molti anni”, ha detto Popham.

“Stiamo prendendo persone qui e anche nelle Midlands. Dobbiamo sfruttare le risorse industriali al di fuori di Norfolk per aiutare la nostra crescita “. Ricordiamo che nei prossimi anni la casa inglese dovrebbe arricchire la propria gamma di veicoli con numerosi nuovi modelli che dovrebbero espandere la platea dei suoi clienti facendo raggiungere al marchio inglese traguardi mai ottenuti nei suoi 70 anni di carriera. Tra i modelli che in futuro dovrebbero arrivare si vocifera anche del primo suv nella storia del brand inglese.

Leggi anche: Geely: anche il gruppo cinese proprietaria di Volvo e Lotus crede nell’auto volante

Lotus: La casa inglese ha deciso di aumentare il numero dei suoi ingegneri di circa 200 unità per poter realizzare i suoi piani di espansione

Leggi anche: Polestar 2 sarà costruito nello stesso stabilimento cinese di Volvo XC40

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: