La nuova Volkswagen Golf 8 utilizzerà la tecnologia semi-ibrida da 48 volt

L'ottava generazione dell'iconico modello arriverà anche in versione ibrida, ecco cosa sappiamo

di , pubblicato il
L'ottava generazione dell'iconico modello arriverà anche in versione ibrida, ecco cosa sappiamo

La nuova Volkswagen Golf di ottava generazione sarà un veicolo carico di importanti novità quando finalmente arriverà sul mercato. Il modello sarà rivisto da cima a fondo, soprattutto dal punto di vista tecnologico e meccanico. Uno dei trucchi che Volkswagen userà con la sua nuova vettura per continuare a combattere in uno dei segmenti più competitivi del mercato è l’elettrificazione. La nuova generazione della Golf sarà elettrificata con un sistema a 48 volt. La tecnologia semi-ibrida (MHEV) si fa strada nell’offerta Volkswagen e la nuova Golf ovviamente sarà una delle vetture che ne beneficeranno.

Il Gruppo Volkswagen scommette molto fortemente su questa soluzione poiché riduce significativamente i livelli di consumo di carburante ed emissioni di CO2 senza dover allocare grandi risorse economiche.

L’ottava generazione dell’iconico modello arriverà anche in versione ibrida, ecco cosa sappiamo

Volkswagen ha rivelato i dettagli della tecnologia semi-ibrida da 48 volt che utilizzerà la nuova Volkswagen Golf. Inizialmente, quando l’ottava generazione del celebre modello sbarcherà nelle concessionarie europee l’opzione ibrida sarà disponibile con il motore a benzina 1.0 e 1.5 TSI associato ad un cambio automatico DSG a doppia frizione. La tecnologia MHEV che utilizzerà l’ottava generazione sarà molto semplice a livello di funzioni. Ad esempio, la batteria del sistema a 48 volt non può essere caricata attraverso una presa. Durante le fasi di decelerazione, l’energia recuperata durante la frenata viene utilizzata per ricaricare la batteria.

A seconda dello stile di guida, il risparmio di carburante può raggiungere 0,4 litri per 100 chilometri. La batteria agli ioni di litio da 48 volt si trova sotto il pavimento del sedile del passeggero. Durante la frenata, il sistema sarà in grado di recuperare fino al 40% dell’energia che, come abbiamo indicato, viene utilizzata per ricaricare la batteria. La modalità FMA (Freewheel, Motor Off) di cui la nuova Golf da 48 Volt disporrà, farà si che il veicolo sia in grado di circolare per un certo periodo a motore spento, con conseguente risparmio di carburante.

Leggi anche: Volkswagen presenterà il nuovo ID.2 come concept al Salone di Francoforte 2019

Nuova Volkswagen Golf: L’ottava generazione dell’iconico modello arriverà anche in versione ibrida, ecco cosa sappiamo

Leggi anche: SEAT el-Born arriverà sul mercato nel novembre 2020 con un prezzo superiore a quello della Volkswagen ID.3

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: