La MotoGP tornerà a Rio de Janeiro nel 2022

Dorna ha annunciato giovedì mattina di aver raggiunto un accordo con Rio Motorpark per il ritorno della MotoGP in Brasile

di , pubblicato il
MotoGP

Jacarepaguá ha ospitato il campionato mondiale motociclistico per nove stagioni, ma nel 2004 ha finalmente salutato il campionato e da allora il Brasile non ha più avuto la categoria regina delle due ruote. Tuttavia, Dorna ha annunciato giovedì mattina di aver raggiunto un accordo con Rio Motorpark per celebrare nuovamente il Gran Premio del paese sudamericano nella città di Rio de Janeiro, che ospiterà un nuovo complesso a Deodoro. Questo contratto avrà una durata iniziale di cinque stagioni e avrà un circuito dotato di 13 curve, 4,5 km di lunghezza e un tempo sul giro approssimativo di 1:38 per la categoria MotoGP.

Dorna ha annunciato giovedì mattina di aver raggiunto un accordo con Rio Motorpark per il ritorno della MotoGP in Brasile

JR Pereira, CEO di Rio Motorsports, ha dichiarato che “Dorna è stata un partner estremamente fedele in ogni conversazione che abbiamo avuto. Ora che abbiamo completato gli studi di impatto ambientale locale e la commissione che studierà la questione è nell’area, seguendo le politiche normative dell’INEA (Agenzia per l’ambiente dello stato di Rio de Janeiro), è stato possibile formalizzare un accordo che è stato elaborato per più di due anni. Siamo molto grati a Carmelo e al suo team per aver potuto realizzare il sogno di portare La MotoGP a Rio “ .

Da parte sua, Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports, si è detto altrettanto soddisfatto dell’accordo. “Sono molto orgoglioso di annunciare che la MotoGP gareggerà ancora una volta a Rio de Janeiro, una delle città più iconiche del mondo e in un paese così incredibile. Il Brasile è un mercato importante per gli  sport motoristici, con una storia di cui essere orgogliosi. Sono felice di vedere la MotoGP giocare un ruolo importante in questo paese” . La F1 sta anche considerando di spostare l’attuale Gran Premio del Brasile da Interlagos a Rio de Janeiro, ma ciò non accadrà almeno fino al 2021.

Leggi anche: MotoGP, risultati Thailandia, lo squalo Marquez vince ancora

Argomenti: