La fusione di Fiat Chrysler con PSA non sarà messa a rischio dalla causa di GM

La fusione da 50 miliardi di Fiat Chrysler con PSA non sarà messa a rischio dalla causa contro FCA che General Motors ha deciso di presentare in USA

di , pubblicato il
Fiat Chrysler e PSA

La fusione da $ 50 miliardi di Fiat Chrysler (FCA) con il gruppo PSA non sarà messa a rischio dalla causa contro FCA che General Motors ha deciso di presentare in USA, ha detto una fonte giovedì. La fonte, parlando a condizione di anonimato, ha anche affermato che la causa per “danni sostanziali” non indurrebbe FCA e PSA a rivedere le valutazioni delle due società come parte del loro progetto per creare il quarto più grande gruppo automobilistico al mondo.

La causa di GM in USA non metterà a rischio la fusione tra Fiat Chrysler e PSA

La General Motors (GM) ha presentato una denuncia negli Stati Uniti mercoledì sostenendo che il Fiat Chrysler aveva corrotto per anni i funzionari sindacali della United Auto Workers (UAW) per corrompere il processo di contrattazione e ottenere benefici, costando miliardi di dollari a GM. “I colloqui procedono senza intoppi”, ha detto un portavoce di FCA giovedì. Il gruppo PSA ha rifiutato di commentare la causa di GM e il suo potenziale impatto sui negoziati di fusione. Le azioni FCA sono scese del 2,7% alle 09:20 GMT, mentre quelle del PSA sono scese dello 0,6%.

Fiat Chrysler e PSA hanno annunciato il mese scorso la loro intenzione di unire le loro forze per affrontare meglio il costo di nuove tecnologie come veicoli elettrici e veicoli autonomi, nonché il rallentamento del mercato automobilistico. In una lettera ai dipendenti sulla causa di GM, l’amministratore delegato del gruppo italo americano Mike Manley ha dichiarato: “Siamo sorpresi di questa causa, sia del suo contenuto che dei suoi tempi. Possiamo solo supporre che ciò intendesse interrompere la nostra prevista fusione con PSA. ”

Nel settembre 2015, l’ex CEO di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, ha esortato la sua controparte GM, Mary Barra, a prendere in considerazione una fusione delle due case automobilistiche. GM ha respinto i progressi della FCA. Mercoledì scorso GM ha affermato che dopo aver rifiutato un’offerta di fusione da parte di FCA, Marchionne ha cospirato per negoziare un nuovo contratto di quattro anni con la UAW “progettato per costare miliardi di dollari a GM “. FCA si difenderà con forza da questa causa “priva di fondamento”, come dichiarato in una lettera allo staff da Mike Manley. “Non saremo rallentati da questo atto”, ha detto.

Leggi anche: Il piano di fusione FCA-PSA è stato aiutato dai legami tra le famiglie Agnelli e Peugeot

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.