La Ferrari riceve il via libera per viaggiare in Australia

La Ferrari ha ricevuto il permesso dal governo italiano di recarsi in Australia per il primo Gran Premio della stagione in Formula 1

di , pubblicato il
Ferrari

La Ferrari viaggerà oggi e domani per andare in Australia per la disputa del GP australiano, la prima della stagione di Formula 1 2020. Il team italiano, nonostante abbia il suo quartier generale a Maranello, una delle aree più colpite dal coronavirus, ha il permesso del governo di viaggiare, poiché si tratta di un movimento per esigenze lavorative.

Secondo Motorsport, un portavoce della Scuderia ha informato che la partenza del personale di pista è già stata autorizzata. Vale a dire, una parte della squadra partirà oggi, e domani il caposquadra Mattia Binotto lo farà insieme a tutto il personale dirigente ed esecutivo. Naturalmente, la Ferrari mantiene i contatti con le autorità locali nel caso in cui sia necessario apportare modifiche.

La Ferrari ha ricevuto il permesso dal governo italiano di recarsi in Australia per il primo Gran Premio della stagione in Formula 1

Il governo italiano vuole evitare qualsiasi movimento di entrata o uscita in relazione alle aree a rischio. Naturalmente, vengono autorizzati viaggi in cui vi sono inevitabili esigenze lavorative o situazioni di emergenza. Tra questi, anche la trasferta della Scuderia del cavallino rampante a Melbourne, per partecipare al primo weekend di GP della stagione 2020, che si svolgerà tra il 13 e il 15 marzo.

D’altra parte, vale la pena ricordare che un gruppo del team Ferrari è già arrivato in Australia, per iniziare a installare i primi strumenti. Inoltre, hanno aggiunto che i controlli sono stati meno impegnativi del previsto, dato che è stato effettuato solo un controllo della temperatura non appena sono arrivati.

Anche le altre due squadre con sede in Italia hanno ricevuto l’OK per viaggiare a Melbourne. AlphaTauri è uno di queste, la cosa positiva è che la squadra guidata da Franz Tost ha sede a Faenza, che non è soggetta ad alcun tipo di restrizione.

D’altra parte, Dallara – che fornisce elementi a Haas – ha la sua sede principale a Varano de ‘Melegari, che si trova nella zona rossa. Nonostante ciò, il suo viaggio è stato autorizzato.

Leggi anche: Formula 1: Mercedes, con pneumatici più morbidi della Ferrari e della Red Bull a Melbourne

Argomenti: