La Cina libera Tesla dall’imposta sulle vendite

Il governo cinese ha aggiunto le auto elettriche di Tesla all'elenco dei veicoli esenti dall'imposta sulle vendite

di , pubblicato il
Tesla

Il governo cinese ha aggiunto le auto elettriche di Tesla all’elenco dei veicoli esenti dall’imposta sulle vendite. In realtà, solo le automobili prodotte in Cina sono esenti dall’imposta sulle vendite del 10%. Con la costruzione dello stabilimento di Shanghai, apparentemente anche Tesla ha ottenuto questo privilegio, nonostante le controversie commerciali in corso tra USA e Cina.

Secondo una dichiarazione del Ministero dell’Industria e dell’Information Technology, l’esenzione fiscale si applica non solo al Model 3, che sarà prodotto in Cina in futuro, ma a tutte le auto elettriche vendute dalla casa americana in Cina, incluso il Model S e Model X importato dagli Stati Uniti. I motivi della decisione non sono indicati nell’annuncio, ma lo stabilimento di Shanghai e gli investimenti associati sono considerati un buon argomento.

Il governo cinese ha aggiunto le auto elettriche di Tesla all’elenco dei veicoli esenti dall’imposta sulle vendite

Secondo Tesla, il grande mercato elettrico in Cina è uno dei maggiori mercati in crescita. Come reazione all’esenzione fiscale, la società californiana ha annunciato in una beta di WeChat che il prezzo di acquisto potrebbe scendere fino a 99.000 yuan (equivalenti a 12.564 euro). Tuttavia, Tesla non lo ha ancora implementato, poiché i prezzi stanno andando nella direzione opposta per il momento: come precedentemente riportato, la casa automobilistica ha aumentato i prezzi in Cina in risposta alle fluttuazioni valutarie. Secondo Bloomberg, i prezzi di Tesla in Cina stanno aumentando di circa il due per cento.

Tesla

A dicembre potrebbe essere imminente un ulteriore aumento dei prezzi, e non solo per Tesla. I dazi doganali sui veicoli saranno nuovamente aumentati al 25% e quelli sulle parti di automobili al 5%, come annunciato dal Ministero del Commercio cinese ad agosto.

In Tesla, Model S e il Model X importati sarebbero interessati da questo regolamento – e almeno inizialmente anche il Model 3 prodotto nella Gigafactory 3, poiché la catena di approvvigionamento sarà trasferita ai partner locali solo gradualmente.

Leggi anche: Le vendite di Tesla Model 3 stanno abbassando il prezzo medio delle auto elettriche negli USA

 

Argomenti: