Jorge Lorenzo dice addio alla MotoGP

Jorge Lorenzo finirà la sua carriera dopo il GP di Valencia in programma domenica

di , pubblicato il
Jorge Lorenzo

A 32 anni, l’uomo che è diventato tre volte campione del mondo nella MotoGP con Yamaha ha preso la sua decisione. Dopo una catastrofica stagione 2019 caratterizzata da numerose cadute e infortuni, Jorge Lorenzo finirà la sua carriera dopo il GP di Valencia in programma domenica. La storia di Jorge Lorenzo nella MotoGP inizia nel 2008. Doppio campione del mondo nella 250cc, fa il grande salto nella categoria superiore del team Yamaha e diventa il nuovo compagno di squadra di Valentino Rossi. Per la sua prima gara, prenderà la pole position a Doha, in Qatar e finirà secondo dietro al campione del mondo in carica Casey Stoner. Alcune settimane dopo, all’Estoril nel GP del Portogallo, il pilota spagnolo ottiene la sua prima vittoria in Moto GP. In totale, vincerà 47 volte nella categoria regina.

Jorge Lorenzo finirà la sua carriera dopo il GP di Valencia in programma domenica

Nel 2010, ha vinto il suo primo titolo di Campionato mondiale MotoGP. Si ripeterà nel 2012 e 2015. Parlando in una sala stampa affollata, Lorenzo ha detto che è stato “molto difficile” fare questa scelta, ammettendo che “ha vissuto molti bei momenti”. Il pilota ha ammesso che uno dei giorni migliori della sua carriera è stato quando ha conquistato la sua prima corona della MotoGP a Sepang nel 2010, dichiarando di aver “raggiunto il titolo più importante che qualsiasi pilota al mondo può raggiungere. ”

La mia top five sarebbe la mia prima vittoria in Brasile nel 2003, il mio primo titolo mondiale a Valencia nel 2006, quindi ovviamente il primo titolo in MotoGP”, ha detto. Nel suo discorso di giovedì, Jorge Lorenzo ha ammesso che gli infortuni degli ultimi 18 mesi lo hanno bloccato.

“Sfortunatamente, gli infortuni hanno presto avuto un ruolo importante nella mia stagione, non potendo guidare in normali condizioni fisiche”, ha detto. “Questo, oltre a una moto che non mi è mai sembrata naturale, hanno reso le mie gare molto difficili. Comunque, non ho mai perso la pazienza e ho continuato a combattere, solo pensando che era semplicemente una questione di tempo e che dopo tutto sarebbe andato nel posto giusto.

Leggi anche: MotoGP risultati Giappone, Marquez vince e la Honda è campione

 

Argomenti: