Jeep: protestano a Detroit i dipendenti dello stabilimento di Toledo

Jeep: protestano i lavoratori dello stabilimento di Toledo in Ohio contro la decisione di Fiat Chrysler che costerà il posto a 88 dipendenti.

di , pubblicato il
Jeep

Centinaia di lavoratori dello stabilimento Jeep di Toledo in Ohio si sono radunati al di fuori del North American International Auto Show di Detroit domenica scorsa per protestare contro quella che vedono come una decisione iniqua e unilaterale da parte di Fiat Chrysler Automobiles. FCA avrebbe deciso di affidare la guida dei camion che trasportano le vetture prodotte nella fabbrica ad un’azienda di autotrasporti esterna. “Stanno portando via i nostri diritti come membri del sindacato. Stanno andando contro il nostro contratto “, ha detto Mike Damico, uno degli 88 camionisti della United Auto Workers Local 12,  che perderanno il posto di lavoro in seguito al nuovo piano di FCA che ha deciso di esternalizzare questo lavoro.

Jeep: protestano i lavoratori dello stabilimento di Toledo in Ohio contro la decisione di Fiat Chrysler che costerà il posto a 88 dipendenti

Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles vorrebbe concludere le operazioni entro la fine di febbraio. I funzionari del sindacato hanno detto che 16 conducenti sono stati licenziati la scorsa settimana. I conducenti, impiegati di FCA, raccolgono parti come motori e componenti interne dagli altri stabilimenti e dai fornitori dell’automotive e li consegnano allo stabilimento di Toledo, dove viene realizzata la nuova Jeep Wrangler. “Ciò è stato fatto senza negoziati”, ha affermato Baumhower, rappresentante dei lavoratori. “Questa è stata una decisione unilaterale.”

Da Fiat Chrysler arriva la smentita che ci saranno tagli al numero dei dipendenti

In realtà Fiat Chrysler ha ripetutamente negato che ciò sia vero. Il gruppo italo americano ha dichiarato che i suoi dirigenti sono stati impegnati in numerose discussioni con i leader UAW per più di due anni. In una dichiarazione rilasciata domenica, la casa automobilistica ha ripetuto ancora una volta che nessun dipendente avrebbe perso il lavoro.

 “Non ci sarà alcuna perdita di posti di lavoro con questa decisione”, ha detto la società. “Il Toledo Assembly Complex continuerà ad aggiungere centinaia di nuovi posti di lavoro per supportare la produzione Wrangler e la futura produzione del nuovissimo Pick Up di Jeep”. 

Leggi anche: Fiat Chrysler: il prossimo 1 giugno conosceremo il futuro di Alfa Romeo, Maserati e Jeep

Jeep

Jeep: protestano i lavoratori dello stabilimento di Toledo in Ohio contro la decisione di Fiat Chrysler di esternalizzare ad un’altra società il trasporto delle vetture con i camion

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat, Jeep e Maserati: le news della settimana dal 15 al 21 gennaio

Argomenti: