Jeep Grand Cherokee Trackhawk: le ultime novità a poche ore dal debutto

Jeep Grand Cherokee Trackhawak: le ultime novità a poche ore dal debutto del più potente Suv di Jeep di sempre che sarà mostrato al New York Auto Show

di Andrea Senatore, pubblicato il
Jeep Grand Cherokee Trackhawk

Jeep si sta preparando l’esordio della nuova Jeep Grand Cherokee Trackhawk, una versione del suo SUV di medie dimensioni che sarà dotato di un motore Hellcat da 707 cavalli. Hellcat è un motore 6,2 litri V-8 sovralimentato che è diventato un’icona per il marchio Dodge da quando è stato introdotto nelle vetture Charger e Challenger nel 2014. Ora questo motore sarà inserito nel nuovo Jeep Grand Cherokee Trackhawk che verrà rivelato ai media al New York International Auto Show il prossimo Mercoledì.

 

Martedì prossimo, la casa automobilistica prevede di svelare il tanto atteso Dodge Challenger SRT Demon, una Muscle car, che dovrebbe avere ancora più potenza. “La Jeep Grand Cherokee è oggi la più potente e veloce SUV  di sempre“,  ha rivelato Mike Manley, responsabile del marchio Jeep, attraverso un comunicato stampa. “Il nuovo Jeep Grand Cherokee Trackhawk fornisce numeri davvero sorprendenti, tutto questo insieme ad un grande lusso, raffinatezza e una gamma di tecnologie avanzate e innovative.”

 

Fiat Chrysler Automobiles ha detto che la Jeep Grand Cherokee Trackhawk andrà da zero a 100  chilometri orari in appena 3,5 secondi. Il motore Hellcat è realizzato con un blocco in ghisa e un albero a gomiti in acciaio forgiato con superfici di appoggio temprate ad induzione. Il Grand Cherokee Trackhawk offrirà ai suoi clienti una serie di attrezzature speciali progettate per aiutarlo a gestire tutta quella potenza. Troveremo infatti un nuovo impianto frenante Brembo che rappresenta il miglior sistema frenante che mai ha trovato spazio su un veicolo Jeep. 

 

Leggi anche: Jeep Compass e Fiat Toro: anche a Marzo 2017 fanno sfracelli in Brasile

 

Jeep Grand Cherokee Trackhawk

Jeep Grand Cherokee Trackhawk

 

Leggi anche: Fiat, Jeep e Ferrari: le notizie più importanti della prima settimana di Aprile

 

Un albero di trasmissione posteriore rafforzato connette a un nuovo assale posteriore forte. La coppia viene trasmessa alle ruote posteriori attraverso nuovi acciai ad altissima resistenza presenti nei semiasse. Il motore e la trasmissione hanno un software che dà al SUV la possibilità di passare a cinque diverse modalità di guida: automatica, sport, pista, track e neve. Trackhawk dispone anche di una modalità personalizzata che consente al conducente di variare a suo piacimento le prestazioni del veicolo. I prezzi al momento rimangono ignoti. 

 

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler, Jeep

I commenti sono chiusi.