I migliori pneumatici invernali 2019 – 2020: ecco quali sono

Quali sono i migliori pneumatici invernali 2019 - 2020? Scopriamolo nel dettaglio analizzandone caratteristiche, prestazioni, punti di forza, pregi e difetti

di , pubblicato il
Pneumatici invernali

Quali sono i migliori pneumatici invernali? Fare una panoramica esaustiva non è semplice, tuttavia si possono dare indicazioni preziose agli automobilisti in vista del cambio gomme sulle caratteristiche delle coperture per l’inverno più quotate, prendendo in esame prestazioni, punti di forza, pregi e difetti. Vediamo quindi i pneumatici invernali più performanti attualmente in commercio, in collaborazione con il sito gomme-auto.it.

Non manca qualche nome a sorpresa, poco conosciuto al grande pubblico, a partire dal BFGoodrich G-Force Winter 2, una gomma che fa dell’omogeneità di prestazioni il suo principale punto di forza. Sa essere affidabile e performante sia su superfici innevate che ghiacciate, inoltre il buon rapporto fra qualità e prezzo la rende particolarmente allettante per gli automobilisti che non dispongono di un ricco budget.

Pneumatici invernali: i migliori del 2019

Dopo un nome a sorpresa, eccone invece uno ben noto: Bridgestone con il suo Blizzak LM001, che anche se non recentissimo continua a far registrare buoni risultati pure nel confronto con i pneumatici invernali di ultimissima generazione, segno che l’azienda giapponese ha compiuto un ottimo lavoro con questa gomma termica. Si tratta di un prodotto equilibrato e completo, capace di fornire buone prestazioni in tutte le condizioni invernali: dal semplice asfalto freddo a superfici innevate, ghiacciate o bagnate, garantendo sempre un adeguato livello di aderenza. Nella lista dei migliori pneumatici invernali del 2019 non può mancare Continental, casa costruttrice specializzata in questo tipo di gomme; il suo WinterContact TS 860 S è la copertura termica destinata alle vetture sportive (lo testimonia la lettera S nel nome), studiato per fornire prestazioni al top alle auto più potenti anche in condizioni critiche come lo sono quelle tipicamente invernali.

Le gomme proposte dai grandi marchi

Pure la versione “base” di questa copertura, il WinterContact TS 860, può essere annoverata tra le gomme invernali migliori di quest’anno, capace di offrire ottime performance nella stagione più fredda alle utilitarie nei tragitti di tutti i giorni. Fa del bilanciamento il suo pregio il Dunlop Winter Sport 5, in grado di essere performante e affidabile in tutte le condizioni che caratterizzano l’inverno. Quelle prese in esame finora sono gomme “evolute”, progettate e realizzate per metterne in risalto l’equilibrio e la capacità di affrontare al meglio condizioni diverse, per offrire agli automobilisti il top in fatto di sicurezza e affidabilità. In particolare, il Winter Sport 5 fa affidamento su una mescola di derivazione racing, adoperata per incrementare il grip pure quando l’asfalto risulta molto scivoloso. È destinato a vetture potenti e dall’impronta sportiva, che sono molto esigenti con le gomme.

I pneumatici invernali di Goodyear, Michelin e Nokian

Tiene botta il Goodyear Ultragrip 9, anch’esso da diversi anni sul mercato eppure ancora uno dei migliori grazie alle prestazioni di alto livello e al comfort complessivo che riesce a garantire. Una gomma invernale affidabile e apprezzata nel tempo dagli automobilisti. Michelin propone invece l’Alpin 6, ulteriore evoluzione della copertura termica dell’azienda francese, il cui punto di forza è mantenere costanti ed elevate le prestazioni anche con l’andare dei chilometri. Una gomma longeva che non subisce riduzioni di performance. Tra i pneumatici invernali di Michelin rientra anche il CrossClimate+, pur non essendo a tutti gli effetti una gomma termica ha riscosso un notevole apprezzamento da parte degli automobilisti. È in sostanza una copertura all season che ben si comporta pure nelle condizioni invernali più critiche. Infine un pneumatico di un’altra azienda specializzata in gomme termiche: il Nokian WR D4, particolarmente efficace sulla neve e sulle strade bagnate. Fra i prodotti esaminati è la copertura più marcatamente invernale, quindi meno adatta in zone dal clima temperato.

Argomenti: