Hyundai Motor prevede di investire 30 miliardi di euro in nuove tecnologie entro il 2025

Hyundai Motor Group ha dichiarato che prevede di investire circa 30 miliardi di euro in mobilità e altre tecnologie automobilistiche entro il 2025

di , pubblicato il
Hyundai

Hyundai Motor Group ha dichiarato che prevede di investire circa 30 miliardi di euro in mobilità e altre tecnologie automobilistiche entro il 2025, parte dei quali sarà diretta verso uno sforzo ambizioso per diventare più competitivo nel settore delle auto a guida autonoma ricevendo anche il sostegno del governo coreano. Il piano, che secondo Hyundai comprende veicoli autonomi, connessi ed elettrici, nonché la tecnologia per la condivisione dei viaggi, arriva dopo che la casa automobilistica e due delle sue affiliate hanno annunciato un investimento di $ 1,6 miliardi nella società tecnologica americana di guida autonoma Aptiv.

Anche il governo della Corea del Sud farà parete degli investimenti, svelando maggiori finanziamenti per la tecnologia dei veicoli autonomi con il presidente Moon Jae-in che ha detto martedì che si aspetta che le auto a guida autonoma rappresenteranno metà delle nuove auto sulle strade del paese entro il 2030. Moon Jae-in ha dichiarato che le società coreane investiranno quasi 50 miliardi di euro nel prossimo decennio nel futuro dei trasporti. “Il mercato autonomo è un mercato d’oro per rilanciare l’economia e creare nuovi posti di lavoro”, ha detto Moon in un discorso al centro di ricerca di Hyundai Motor vicino a Seoul.

Ma alcuni esperti si chiedono se gli obiettivi fissati dal governo e dal gruppo automobilistico, che include anche Kia Motors Corp., siano realistici date le sfide tecnologiche e di costo e la mancanza di tecnologia di produzione propria. In un rapporto di 45 pagine sulla futura tecnologia automobilistica, il governo ha riconosciuto ritardi nella Corea del Sud in alcune aree chiave necessarie per le auto a guida autonoma quali intelligenza artificiale, sensori e chip logici.

“Hyundai deve acquistare la tecnologia da qualcun altro perché manca di tecnologia software. Anche se ha molti soldi, questo potrebbe diventare un onere finanziario se i suoi guadagni si deteriorano”, ha detto Esther Yim, analista di Samsung Securities.

Altri analisti hanno notato che le prospettive per le auto a guida autonoma sono piuttosto oscure. L’unità a guida autonoma di General Motors, Cruise, ha dichiarato a luglio che stava ritardando lo spiegamento commerciale delle auto oltre l’obiettivo del 2019 poiché le aziende tecnologiche e i produttori di automobili riconoscono che ci vorrà più tempo e denaro di quanto si aspettassero per rendere sicuri i veicoli autonomi senza restrizioni utilizzati su strade pubbliche.

Leggi anche: La nuova Hyundai IONIQ mantiene il rating di crash test Euro NCAP a cinque stelle

Argomenti: