Hyundai colpita dalla crisi potrebbe sospendere la produzione presso un suo stabilimento

La casa coreana potrebbe sospendere la produzione presso il suo impianto più vecchio in Cina, a causa del calo delle vendite in Cina

di , pubblicato il
Hyundai

Hyundai Motor  potrebbe sospendere la produzione presso il suo impianto più vecchio in Cina, a causa del calo delle vendite in Cina che fino ad ora è stato il suo mercato più importante.  La mossa della casa coreana, che insieme all’affiliata Kia Motors è stata la casa automobilistica numero 3 in Cina fino al 2016, mette in evidenza l’inversione di tendenza nel più grande mercato automobilistico del mondo che ha subito la sua prima contrazione negli ultimi decenni. Hyundai “sta rivedendo la produzione per migliorare la competitività e la redditività”, ha detto la società sudcoreana in un comunicato. Il piano include “la sospensione e non chiusura dello stabilimento 1 a Pechino”, ha aggiunto.

L’azienda, che ha tre stabilimenti di produzione a Pechino, ha detto che deve ancora decidere quando iniziare la sospensione. Tuttavia, un quotidiano coreano economico ha riferito che la sospensione potrebbe iniziare già il mese prossimo. Tutte le cinque fabbriche di Hyundai in Cina sono gestite dalla sua joint venture cinese con BAIC Motor Corp, in cui circa 2.000 dipendenti sono andati in pensionamento volontario o sono stati trasferiti in altre fabbriche, si legge nella nota.  “Nei prossimi anni, la casa coreana continuerà ad aumentare la quota di veicoli elettrici e ibridi”, ha detto una portavoce del BAIC. Le vendite di Hyundai in Cina hanno rappresentato solo la metà della sua capacità produttiva nel paese lo scorso anno. L’industria automobilistica cinese sta rallentando dopo un periodo di forte crescita, colpito da un indebolimento dell’economia e a causa degli attriti commerciali con gli Stati Uniti.

La mancanza di modelli attraenti e un marchio non molto forte rende Hyundai vulnerabile alla concorrenza, affermano analisti e rivenditori. La casa coreana inizierà a produrre il suo nuovo SUV ix25 nel suo ultimo stabilimento a Chongqing da settembre. L’attuale ix25, il secondo SUV più venduto di Hyundai, è realizzato nello stabilimento Plant 1 costruito nel 2002. Il CEO della società, Lee Won-hee, la settimana scorsa ha dichiarato che la sua azienda stava valutando la possibilità di tagliare la capacità in Cina.

Leggi anche: Hyundai e Kia svelano il nuovo sistema di ricarica wireless per veicoli elettrici con parcheggio autonomo

Hyundai

Hyundai

Leggi anche: Hyundai Nexo: il suv ad idrogeno sbarca negli USA, avrà oltre 600 km di autonomia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: