Honda, Nissan e Toyota: importante intesa per l’idrogeno

Honda assieme a Toyota e Nissan punta forte sull'idrogeno in Giappone, l'obiettivo è quello di aumentare le stazioni di rifornimento

di Andrea Senatore, pubblicato il
Honda idrogeno

Honda, Nissan e Toyota hanno raggiunto un’importante intesa per l’idrogeno in Giappone. Le 3 celebri case automobilistiche nipponiche hanno deciso di collaborare per migliorare tutte insieme le infrastrutture legate all’idrogeno presenti in Giappone. Le tre aziende hanno firmato un vero e proprio memorandum d’intesa. Questo accordo, al quale in tutto hanno partecipato 14 importanti aziende del paese del Sol Levante, prevede la costruzione di ulteriori stazioni di rifornimento.

 

Honda, Nissan e Toyota hanno raggiunto un’importante intesa

 

Honda, Nissan e Toyota dunque decidono di collaborare per sviluppare ulteriormente l’idrogeno nel proprio paese. Si tratta di una tecnologia che secondo le 3 aziende nipponiche in futuro potrebbe avere un ruolo fondamentale nel mondo dei motori a fianco delle auto elettriche. L’obiettivo avvallato anche dal governo è quello di portare le stazioni di ricarica ad idrogeno dalle attuali 90 ad almeno 160 entro il 2022. 

 

Questo allo scopo di diffondere sul territorio dello stato le auto ad idrogeno. Si spera infatti in questa maniera di portare questo tipo di vettura, grazie all’aiuto di Honda, Nissan e Toyota ad almeno 40 mila. Se per il momento tale tecnologia non è ancora decollata in Giappone è proprio per la mancanza di strutture che ha sconsigliato a molti di puntare su questo tipo di auto.

 

Leggi anche: BMW, Honda, Toyota, indagini per presunte violazioni di brevetti in USA

 

Honda

Honda assieme a Toyota e Nissan punta forte sull’idrogeno in Giappone, l’obiettivo è quello di aumentare le stazioni di rifornimento nel paese del Sol Levante

 

Leggi anche: Honda lancerà una nuova auto elettrica in Cina l’anno prossimo

 

Vedremo se le tre importanti aziende automobilistiche nipponiche grazie a questo memorandum d’intesa riusciranno nei prossimi anni a lanciare nel proprio paese questa tecnologia che fino ad ora ha incontrato enormi difficoltà nella sua diffusione come dimostrano le scarsissime vendite che i modelli realizzati fino ad ora hanno avuto.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Honda, Nissan, Toyota