'Guida Autonoma: ecco perchè il 2018 sarà un anno fondamentale - Motori e Auto - Investireoggi.it

Guida Autonoma: ecco perchè il 2018 sarà un anno fondamentale

Il 2018 dovrebbe essere un anno fondamentale per il lancio e la definitiva affermazione della guida autonoma nel mondo dei motori

di , pubblicato il
guida autonoma

Il 2018 dovrebbe essere un anno fondamentale per il lancio e la definitiva affermazione della guida autonoma nel mondo dei motori. Infatti il prossimo anno dovrebbero essere annunciati nuovi dettagli sull’introduzione di quella che viene definita da molti come una vera e propria rivoluzione nel settore dei trasporti. In particolare nel 2018 potrebbero essere fatti importanti passi avanti per quello che riguarda le leggi e i regolamenti che disciplinano la guida autonoma. La California che da sempre è in prima linea quando si parla di questa tecnologia possiede già da qualche anno alcune leggi che disciplinano il fenomeno. Queste però riguardano una guida autonoma assistita.

Le cose però potrebbero cambiare l’anno prossimo con un aggiornamento di tali regolamenti che potrebbe arrivare entro giugno e rendere la guida totalmente autonoma al 100 per cento legale nelle strade del popoloso stato americano. Queste norme sono importanti in quanto spesso la California ha fissato lo standard sui regolamenti che poi sono stati applicati anche negli altri Stati americani rappresentando insomma una sorta di anticipazione di quello che potrebbe essere il futuro del settore. 

Guida Autonoma: nel 2018 continueranno i test in strada senza conducente e potrebbero cambiare le leggi

Ma il 2018 potrebbe essere importante anche per altri motivi. Infatti le case automobilistiche dovrebbero mettere in piedi le basi per portare questa tecnologia anche alle masse. General Motors ad esempio pianifica di tagliare i costi di lidar  aiutato dall’acquisizione della ditta tecnologica di lidar Strobe. GM non ha fissato un orizzonte temporale per raggiungere questo obiettivo, ma il 2018 sarà un anno cruciale per fare progressi se davvero l’azienda intende far debuttare auto a guida autonoma per servizi di car sharing già nel 2019.

Nel frattempo le principali aziende del settore continuano i test sui veicoli a guida autonoma. Waymo ha già testato nel 2017 su strade pubbliche nell’area metropolitana di Phoenix  le sue auto senza nessuno al posto di guida e la divisione di Google Alphabet ha in programma di avviare presto un servizio di guida con la sua flotta di minivan Pacifica senza conducente forse già nel 2018. GM espanderà i test dei suoi Chevrolet Bolt autonomi a New York all’inizio del 2018, aprendo la strada per il suo servizio di robotaxi così come promesso. Nel 2018 anche Ford inizierà a testare la nuova tecnologia dei veicoli a guida autonoma in una città ancora senza nome, spostando il suo team da Dearborn in Michigan alla vicina Detroit per esplorare le esigenze della mobilità urbana.

guida autonoma

Leggi anche: Tesla: guida autonoma al 100% entro due anni, parola di Elon Musk

L’espansione dei test nelle strade urbane sarà fondamentale per lo sviluppo di tecnologie che consentano alle auto autonome di operare in sicurezza

L’espansione dei test nelle strade urbane sarà fondamentale per lo sviluppo di tecnologie che consentano alle auto autonome di operare in sicurezza in condizioni meteorologiche avverse,  in strade trafficate e con diversi livelli di illuminazione.Le auto dovranno anche dimostrare di essere capaci di rilevare ciclisti o pedoni che condividono strade urbane, nonché determinare come procedere quando le persone infrangono le leggi sul traffico, quando i semafori non funzionano o quando qualcosa di imprevisto può rendere inaffidabile il software di mappatura. Qualche sorpresa interessante la attendiamo anche da Tesla che come spesso accade potrebbe sorprendere tutti con qualche annuncio clamoroso. Insomma sono tanti gli elementi che fanno pensare che nel 2019 questa tecnologia possa fare un netto passo avanti.

 

Argomenti: