Guida autonoma: il CEO di Waymo, John Krafcik, ritiene che la guida autonoma arriverà prima del previsto

Guida autonoma: il numero uno di Waymo è particolarmente ottimista sui tempi di arrivo della nuova tecnologia sulle strade e sulle autostrade.

di , pubblicato il
guida autonoma

Interessanti dichiarazioni sono state rilasciate nelle scorse ore da parte del numero uno di Waymo, divisione specializzata nelle auto a guida autonoma di Google. John Krafcik, amministratore delegato della società, ha dichiarato di recente parlando con la stampa a proposito della guida autonoma: “Siamo entusiasti di dove siamo arrivati in questo momento”. Il dirigente ha continuato dicendo: “Questa tecnologia ha il potenziale di trasformare completamente il mondo dei motori”.

 Krafcik crede anche che l’arrivo dei veicoli senza conducenti su strade e autostrade di tutto il mondo possa arrivare addirittura molto prima di quanto possa essere attualmente ipotizzato.

Guida Autonoma: l’ottimismo del numero uno di Waymo, John Krafcik, sull’arrivo imminente della nuova tecnologia nelle strade

“Ci stiamo avvicinando”, ha detto il manager della società americana. “Non diremo una data in cui questo accadrà, ma sicuramente non passerà un periodo tanto lungo”. L’ottimismo di Krafcik arriva in un momento in cui alcuni dei più famosi e importanti fabbricanti automobilistici del mondo sperimentano le proprie tecnologie relative alla guida autonoma sulle proprie auto. Ad esempio Tesla ha aggiornato di recente il suo Autopilot, che consente ai piloti di togliere le mani dal volante per brevi periodi di tempo. Super Cruise di General Motors consente la guida senza mani sul volante in autostrada. Anche in questo caso però si tratta di una possibilità che viene concessa agli automobilisti solo per brevi periodi.

Waymo sta già lavorando con Fiat Chrysler, Lyft e Avis per migliorare la sua tecnologia e velocizzare i tempi di arrivo sul mercato della guida autonoma. Inoltre la società sta già offrendo ad un numero selezionato di residenti a Chandler in Arizona, corse a bordo di alcune Chrysler Pacifica autonome. Come parte di quel programma, la società ha modificato i i veicoli di Fiat Chrysler Automobiles con sensori, telecamere e radar, così ogni Pacifica ha una visione a 360 gradi di ciò che sta accadendo intorno a lei.

Alcune Chrysler Pacifica totalmente autonome vengono testate a Chandler in Arizona da parte di un numero selezionato di residenti

I minivan utilizzati in questo progetto hanno anche due altre caratteristiche progettate per far sentire i passeggeri a proprio agio in un veicolo autonomo. Nell’abitacolo infatti c’è un piccolo pannello collegato al centro del soffitto dove i passeggeri possono, spingendo uno dei quattro pulsanti presenti, bloccare o sbloccare le porte, avviare l’auto, accostare l’auto o chiamare il supporto tecnico di Waymo.

La seconda caratteristica è la presenza di uno schermo sul retro del sedile anteriore che mostra ai passeggeri la strada che il minivan sta percorrendo in diretta. “È rassicurante per i passeggeri poter vedere cosa sta accadendo intorno a loro”, ha detto Juliet Rothenberg che sovrintende l’esperienza utente di Waymo in auto. Lo schermo mostra quello che sta avvenendo nella strada davanti all’auto, i pedoni che attraversano o la presenza di altre macchine.

 

Leggi anche: Waymo prova le sue auto a guida autonoma su neve e ghiaccio

 

guida autonoma

Guida autonoma: il numero uno di Waymo è particolarmente ottimista sui tempi di arrivo della nuova tecnologia sulle strade e sulle autostrade

 

Leggi anche: Apple: il prototipo di un veicolo a guida autonoma avvistato nelle strade della California

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,