Google e Fiat Chrysler: la collaborazione per le auto a guida autonoma cresce

Google e Fiat Chrysler nelle scorse ore hanno deciso di ampliare la propria collaborazione con altre 500 Chrysler Pacifica che saranno usate in Arizona

di Andrea Senatore, pubblicato il
Google e Fiat Chrysler

Google e Fiat Chrysler hanno deciso di ampliare ulteriormente la loro collaborazione per lo sviluppo della tecnologia delle auto a guida autonoma. Waymo, società controllata da Google ha infatti annunciato di aver ordinato altre 500 Chrysler Pacifica per iniziare alcuni test in Arizona che probabilmente nei prossimi mesi coinvolgeranno per la prima volta anche gli automobilisti. Queste 500 unit di Pacifica si vanno ad aggiungere alle altre 100 unità messe a disposizione da diversi mesi da FCA a Waymo.

 

Google e Fiat Chrysler: cresce la loro collaborazione

 

Il programma pilota che dovrebbe interessare gli utenti per la prima volta riguarderà i residenti della città di Phoenix scelti per testare la nuova tecnologia. A causa delle leggi dell’Arizona che vietano al momento la guida autonoma comunque nel veicolo insieme al passeggero ci sarà anche un incaricato di Google che avrà il compito di controllare che tutto vada per il meglio. Con questo ampliamento della collaborazione Fiat Chrysler spera di recuperare parte del gap che ha rispetto ad alcune concorrenti per quanto riguarda lo sviluppo della guida autonoma.

 

Ci riferiamo in particolare ad aziende quali  Ford, GM, Toyota, Volvo, Nissan e BMW che hanno investito ingenti somme per lo sviluppo di auto a guida autonoma che saranno lanciate secondo previsioni intorno all’anno 2020.

 

Leggi anche: Alfa Romeo: su Google negli USA crescono le ricerche degli utenti sul Biscione

 

Fiat Chrysler e Google

Fiat Chrysler e Google

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: la collaborazione con Google potrebbe dare grossi frutti

 

Il CEO di Waymo John Krafcik parlando  con la stampa ha detto che la sua società inizierà a prendere le prenotazioni a partire da oggi per quanto concerne i residenti della zona di Phoenix che vogliono essere tra le centinaia di piloti a testare le nuove auto a guida autonoma.

 

Ovviamente la speranza per Fiat Chrysler è quella di recuperare il gap con le rivali sfruttando questa collaborazione con la società controllata da Google che nelle scorse ore è stata ampliata ulteriormente.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

I commenti sono chiusi.