Google chiede maxi risarcimento a Uber per aver rubato i segreti sulla guida autonoma

Google chiede maxi risarcimento da un miliardo di dollari a Uber che è accusata di avergli "rubato" i segreti sulla guida autonoma.

di , pubblicato il
Fiat Chrysler e Google

Uber è stata citata in giudizio da Waymo, società di Google che si occupa dello sviluppo della guida autonoma. Uber è accusata di aver rubato e usato segreti commerciali relativi a Lidar, una delle tecnologie che consente a un’automobile autonoma di capire cosa sta accadendo intorno ad essa. Le email già mostrate in tribunale coinvolgono l’ex capo esecutivo di Uber, Travis Kalanick.

Uber inizierà probabilmente la sua difesa la prossima settimana. Si prevede che la società non contesterà il furto di documenti, ma tenterà invece di convincere la giuria che non ha utilizzato le informazioni nei suoi esperimenti  sulle auto a guida autonoma. Anche se le controversie legali tra aziende tecnologiche sono comuni, è raro che queste lotte si svolgano in pubblico e sfocino in un vero e proprio processo come sta avvenendo tra Google e Uber.

Google chiede maxi risarcimento da un miliardo di dollari a Uber che è accusata di avergli “rubato” i segreti sulla guida autonoma

Google chiederà un maxi risarcimento a Uber. Qualcuno parla addirittura di un miliardo di dollari. Altri ancora ipotizzano che se il tribunale darà ragione a Waymo ciò potrebbe rappresentare un duro colpo per Uber. Il tribunale potrebbe infatti anche optare per presentare un’ingiunzione con la quale fermare, o almeno ostacolare, la ricerca di Uber. La causa è incentrata su Anthony Levandowski, un ex dipendente di Google considerato una mente nello sviluppo della autonoma.

L’ingegnere ha lavorato al programma di guida autonoma di Waymo prima di lasciare la società nel mese di gennaio 2016. A quanto pare l’uomo quando è andato via, ha portato con sé più di 14 mila documenti riservati, che erano progetti e altre informazioni tecniche su Lidar. Questi sarebbero dunque finiti nelle disponibilità di Uber.

 Uber nega questa versione degli eventi, sebbene non del tutto. La società infatti non nega di aver ricevuto i suddetti documenti, ma insiste nel dire che non ha ottenuto alcun risultato da essi.

Leggi anche: Fiat Chrysler: migliaia di Chrysler Pacifica a Google per i taxi a guida autonoma

Fiat Chrysler e Waymo

Google chiede maxi risarcimento da un miliardo di dollari a Uber che è accusata di aver “rubato” i segreti di Waymo sulla guida autonoma

Leggi anche: Guida autonoma: il CEO di Waymo, John Krafcik, ritiene che la guida autonoma arriverà prima del previsto

Argomenti: