Ghosn nega la notizia di un uso improprio del denaro di Nissan

L'ex capo della Nissan Carlos Ghosn ha negato qualsiasi inadeguatezza sui pagamenti effettuati durante il suo periodo presso la casa automobilistica

di , pubblicato il
L'ex capo della Nissan Carlos Ghosn ha negato qualsiasi inadeguatezza sui pagamenti effettuati durante il suo periodo presso la casa automobilistica

L’ex capo della Nissan Carlos Ghosn ha negato qualsiasi inadeguatezza sui pagamenti effettuati durante il suo periodo presso la casa automobilistica, a seguito di un rapporto del giornale secondo cui le autorità fiscali giapponesi hanno stabilito che utilizzava i soldi dell’azienda per uso privato. “Il Sig. Ghosn nega categoricamente che vi sia qualcosa di improprio nei pagamenti o nelle donazioni in questione, che sono stati tutti fatti a beneficio di Nissan”, secondo una dichiarazione rilasciata da un portavoce.

Ghosn ha negato qualsiasi inadeguatezza sui pagamenti effettuati durante il suo periodo presso Nissan

“Non c’è nulla di nuovo in queste accuse, che derivano da inchieste da parte delle autorità fiscali su tasse pagate da Nissan anni fa”, ha affermato la nota.

La decisione dei pubblici ministeri di lasciarli trapelare ora, solo pochi giorni dopo che Ghosn ha rilasciato pubblicamente le dichiarazioni giudiziarie che descrivono dettagliatamente una cattiva condotta giudiziaria e hanno presentato in anteprima le sue difese per la prima volta, è uno sforzo trasparente per distrarre dai fallimenti del loro caso”.

Il giornale giapponese Yomiuri ha riferito martedì che le autorità fiscali del paese avevano determinato che Ghosn aveva usato denaro per uso privato, sostenendo le ipotesi del fabbricante d’automobili secondo cui l’ex numero uno deviava i fondi aziendali per guadagno personale. Il quotidiano giapponese, senza citare fonti, ha affermato che la National Tax Agency ha scoperto che Ghosn ha usato i soldi della Nissan per diversi anni per pagare le spese di consulenza a sua sorella per un lavoro fittizio e fare donazioni a un’università in Libano. L’ex presidente della Nissan è di nazionalità libanese. Sta aspettando un processo in Giappone con l’accusa di cattiva condotta finanziaria, che però nega.

Leggi anche: Nissan: La moglie di Ghosn dice che potrebbe non avere un processo equo in Giappone

Nissan

Leggi anche: Il nuovo concept Nissan IMk è stato presentato prima di Tokyo 2019

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.