General Motors presenta la navetta senza conducente Cruise Origin

General Motors martedì ha svelato un nuovo veicolo progettato per funzionare senza conducente a bordo

di , pubblicato il
Cruise Origin by General Motors

Cruise, una consociata di maggioranza di General Motors, martedì ha svelato un nuovo veicolo progettato per funzionare senza conducente a bordo. Lo shuttle completamente elettrico non ha comandi manuali come pedali o volante. Il suo debutto arriva sei mesi dopo che Cruise ha ritardato il lancio di un servizio pubblico di guida autonoma a San Francisco, che in precedenza aveva pianificato di implementare nel 2019.

General Motors martedì ha svelato un nuovo veicolo progettato per funzionare senza conducente a bordo

“È autonomo. È tutto elettrico. È condiviso. È un veicolo di produzione ”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Cruise, Dan Ammann. Kyle Vogt, fondatore, presidente e CTO di Cruise, ha mostrato il design e la tecnologia del veicolo. Per prima cosa ha mostrato le porte e i sedili del veicolo, che offrono lo spazio extra per le gambe, ha detto. Ha anche mostrato un video di sensori che funzionano come gli occhi del veicolo e ruotano, proprio come la testa di un gufo, per aiutare la macchina a percepire cosa sta succedendo intorno ad essa.

Ammann aveva accennato a un veicolo simile a una navetta, offrendo più spazio interno di un’auto tradizionale, in un post del mese scorso chiamato “Dobbiamo andare oltre l’auto”. L’attuale flotta di test a guida autonoma di Cruise si basa sulla Chevrolet Bolt EV completamente elettrica di General Motors. Un’iterazione della vettura presentata a gennaio 2018 non includeva controlli manuali ma manteneva gli interni tradizionali della vettura.

L’evento di martedì arriva sei mesi dopo che Cruise ha ritardato il lancio di un servizio di veicoli commerciali a guida autonoma a San Francisco, che si aspettava di implementare nel 2019. La società ha dichiarato che i suoi veicoli richiedevano ulteriori test. Ammann, ex presidente di General Motors e l’amministratore delegato di GM Mary Barra hanno affermato che il lancio dei veicoli a guida autonoma della società sarebbe stato “protetto dalla sicurezza”.

Il rinvio è stato un esempio delle difficoltà tecniche e normative che le aziende incontrano nel trasformare veicoli veramente senza conducente in una realtà. Martedì, Cruise non ha indicato una tempistica specifica per l’avvio della produzione per Origin.

Leggi anche: La futura Volkswagen ID.7 disporrà della guida autonoma di livello 4

Argomenti: