Geely crea un filtro dell’aria che potrebbe proteggere dal coronavirus

Il marchio cinese Geely ha annunciato un nuovo sistema di filtrazione dell'aria che proteggerà i passeggeri dei suoi veicoli da batteri e altri agenti patogeni

di , pubblicato il
Geely Icon

Geely ha annunciato un nuovo sistema di filtrazione dell’aria che proteggerà i passeggeri dei suoi veicoli da batteri e altri agenti patogeni, grazie alle tecnologie di intelligenza artificiale. Geely, proprietario di Volvo e Polestar e Lotus, per circa un anno ha sviluppato questo specifico sistema di protezione, che potrebbe essere installato nelle sue auto”, nella direzione di una nuova sicurezza che verrà applicata nella nuova generazioni di veicoli privati ​​e taxi “e questo differisce da quello adottato da alcuni veicoli di soccorso e assistenza medica.

Geely ha annunciato un nuovo sistema di filtrazione dell’aria che proteggerà i passeggeri dei suoi veicoli da batteri e altri agenti patogeni

L’annuncio coincide con l’attuale epidemia di coronavirus, ma non è stato fatto appositamente, visto che l’azienda ci lavora da anni. L’idea di partenza era di proteggere meglio gli occupanti dei veicoli quando circolano in ambienti fortemente inquinati, come in molte grandi città cinesi, un paese che ha subito le conseguenze di alcune delle più grandi “epidemie virali” degli ultimi tempi. Si cerca quindi non solo di isolare la cabina dalle sostanze nocive dall’aria ambiente, ma anche di purificare l’aria interna in modo rapido ed efficiente e di filtrare particelle ancora più piccole, in alcuni casi dannose per la salute con la sua stessa formulazione e in altri dannosi per il sistema respiratorio.

Al momento questo sistema è già stato installato nella nuova Geely Icon, un SUV destinato al mercato cinese, che è in fase di lancio. Pertanto, i filtri per il condizionamento dell’aria sarebbero conformi allo standard N95, ovvero consentono il 95% delle particelle di 0,3 micrometri o più.

Tuttavia, pur filtrando particelle da 0,3 µm, sebbene efficaci con i batteri, potrebbe essere ancora insufficiente con alcuni virus, poiché alcuni di essi sono più piccoli.

Tutti i centri di ricerca e sviluppo che Geely Auto ha nel mondo stanno lavorando alla creazione definitiva di una “protezione globale” che superi gli standard attuali. Ciò ha portato alla ricerca di nuovi materiali ecosostenibili che hanno proprietà antibatteriche e antivirali. Materiali che possono essere utilizzati non solo come filtri di sistemi di ventilazione, ma anche per realizzare alcune parti che vengono frequentemente gestite da varie persone: regolatori di finestre, sistemi di infotainment, lancette di apertura delle porte, ecc.

Leggi anche: Geely inizia le vendite online poiché il coronavirus mantiene gli acquirenti a casa

Argomenti: