Formula 1: Mercedes non dà nulla per scontato a Singapore

Toto Wolff non vuole dare per scontata la vittoria di Mercedes nel GP di Formula 1 di Singapore

di , pubblicato il
Mercedes Formula 1

Toto Wolff insiste che la Mercedes non sta dando nulla per scontato per quanto riguarda la gara di questo fine settimana a Singapore, mentre cercano di riprendersi dalle perdite nei Gran Premi di Formula 1 in Belgio e in Italia. Dopo la pausa estiva, la Ferrari è tornata alla vittoria con Charles Leclerc che ha trionfato a Spa e poi a Monza, ottenendo così le prime vittorie della squadra in questa stagione. Wolff non vede l’ora che Mercedes possa riscattarsi dopo due sconfitte, ma non pensa che una vittoria sia una conclusione scontata per nessuno.

Toto Wolff non vuole dare per scontata la vittoria di Mercedes Nel GP di Formula 1 di Singapore

“Siamo tornati dalla pausa estiva sapendo che le prime due gare sarebbero state difficili per noi”, ha detto l’austriaco nella sua anteprima pre-gara. “Abbiamo ottenuto due podi doppi e 67 punti e abbiamo limitato i danni più di quanto ci aspettassimo. Tuttavia, nei resoconti potresti dire che Spa e Monza non ci hanno lasciato soddisfatti e tutti a Brixworth e Brackley stanno spingendo duramente per ottenere più vittorie in Formula 1.

“Per molto tempo, Singapore è stata una delle nostre gare più complicate, ma ci siamo fatti strada e ci siamo esibiti bene l’anno scorso. Tuttavia, non ci sono corse sicure su una pista come Singapore: dobbiamo capire questa macchina e le gomme di quest’anno su un tracciato molto particolare e non dare assolutamente nulla per scontato nel nostro approccio al fine settimana,”, ha concluso il numero uno del team Mercedes di F1.

Leggi anche: Formula 1, Leclerc fa sognare i tifosi Ferrari e i paragoni già si sprecano

Toto Wolff

Il team principal di Mercedes Toto Wolff non vuole dare per scontata la vittoria della sua scuderia nel GP di Formula 1 di Singapore

Leggi anche: Formula 1 GP Belgio, la Ferrari getta le basi per la prossima stagione

Argomenti: