Formula 1: Lewis Hamilton non sa come Mercedes possa risolvere i suoi guai

Lewis Hamilton è consapevole della superiorità di Ferrari in questo momento in Formula 1 e non sa come la sua scuderia possa migliorare nel breve periodo

di , pubblicato il
Lewis Hamilton è consapevole della superiorità di Ferrari in questo momento in Formula 1 e non sa come la sua scuderia possa migliorare nel breve periodo

In vista del Gran Premio di Formula 1 di Russia di questo fine settimana, la stella della Mercedes Lewis Hamilton ha spiegato che “non esiste una soluzione a breve termine” per l’attuale deficit della sua squadra rispetto alla Ferrari, con le Silver Arrows che hanno vinto solo due delle ultime sette gare. Il team tedesco detiene ancora un enorme vantaggio di 133 punti nel campionato costruttori e Hamilton è 96 punti avanti rispetto ai terzi classificati Charles Leclerc e Max Verstappen. Ma nonostante ciò il fatto che la Ferrari abbia vinto 3 Gran Premi su 3 dal ritorno dopo la pausa estiva preoccupa non poco.

Alla conclusione del mondiale mancano sei gare e ci vorrà abbastanza per sbarazzarsi della Mercedes, soprattutto in Russia, una pista in cui i tedeschi hanno vinto negli ultimi cinque anni. “Non è il mio lavoro preoccuparmi, ma siamo consapevoli della posizione in cui ci troviamo”, ha detto Lewis Hamilton a proposito della forma della sua squadra. “Non esiste una soluzione a breve termine, ma ci sono altre aree in cui possiamo fare di meglio.”

Lewis Hamilton ha spiegato che “non esiste una soluzione a breve termine” per l’attuale deficit rispetto alla Ferrari

Quando è stato chiesto se la Mercedes fosse preoccupata per la sua situazione attuale, Hamilton ha sottolineato che tutti i membri del team, incluso se stesso, hanno ancora margini di miglioramento nelle ultime sei gare della stagione. “Non ha senso preoccuparsi, ma direi che nelle ultime tre gare non abbiamo estratto il 100% dal fine settimana ed è quello in cui dobbiamo migliorare. Posso spremere di più dalla macchina, più da me stesso, non ho ancora fatto un giro perfetto in questa stagione.

Restare leader non è un compito facile.”

“Ma ho il 100% di fiducia nei miei ragazzi. Siamo ancora la squadra più forte. Anche se questo fine settimana non andrà come previsto, e probabilmente i lunghi rettilinei si adattano alla Ferrari, non cambierà la mia opinione su ciò che raggiungeremo andando avanti. So che renderemo difficile la vita a qualsiasi altra squadra quest’anno, l’anno prossimo e potenzialmente anche negli anni successivi. Quindi, non ci arrenderemo. Non fa parte del nostro DNA e continueremo a spingere,” ha concluso Lewis Hamilton. 

Leggi anche: Formula 1: Toto Wolff ritiene che la rivalità tra Leclerc e Vettel alla lunga creerà problemi alla Ferrari

Argomenti: