Formula 1: Gene Haas disgustato dallo strapotere di Ferrari, Mercedes e Red Bull

Gene Haas, Founder and Chairman della scuderia di Formula 1 Haas non usa parole tenere per definire la F1 degli ultimi anni.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Haas Formula 1

Gene Haas, il proprietario dell’omonima scuderia americana di Formula 1, lancia dichiarazioni che faranno discutere appassionati e addetti ai lavori sulla massima competizione automobilistica. L’imprenditore, nato a Youngstown, ha definito deprimente la F1 degli ultimi anni. Questo a causa dello strapotere di Ferrari, Mercedes e Red Bull che fanno un campionato a parte rispetto alle altre scuderie presenti nella competizione. Questa situazione, a detta del numero uno di Haas, sarebbe un grosso problema per lo spettacolo.

Gene Haas definisce deprimenti le ultime stagioni di Formula 1 a causa dello strapotere di Ferrari, Mercedes e Red Bull

Il numero uno di Haas continua dicendo che quest’anno i suoi piloti sono molto validi ma nonostante ciò la sua scuderia prende 2 giri al secondo dai top team. E’ troppo netto il divario tra le prime della classe e tutte le altre questo non solo è deprimente ma finisce per compromettere lo spettacolo. La Formula 1 potrebbe essere molto più divertente second Gene Haas se ci fosse maggiore equilibrio tra le forze in gioco.

Ciò che disgusta maggiormente il numero uno del team americano è il fatto di sapere che aldilà di Ferrari, Red Bull e Mercedes nessun’altra scuderia ha la possibilità di vincere un Gran Premio e questo già si sa prima ancora di iniziare la stagione. Il dirigente spera che le cose possano cambiare in futuro e che Liberty Media possa studiare qualcosa per aumentare lo spettacolo e l’interesse nei confronti dei Gran Premi che al momento finiscono per coinvolgere solo i tifosi di Mercedes, Ferrari e Red Bull.

Leggi anche: Formula 1: secondo Rosberg alla fine Mercedes riuscirà a battere Ferrari

 

11.05.2017 - Gene Haas (USA), Founder and Chairman

Gene Haas, Founder and Chairman della scuderia di Formula 1 Haas non usa parole tenere per definire la F1 degli ultimi anni

 

Leggi anche: Formula 1: Sebastian Vettel potrebbe rinnovare un altro anno con Ferrari, a settembre l’annuncio?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Formula 1