Formula 1: Ecclestone voleva denunciare Lewis Hamilton

Lewis Hamilton ha confessato di aver ricevuto una serie di minacce di denuncia da parte dell'ex numero uno della Formula 1, Bernie Ecclestone

di , pubblicato il
Lewis Hamilton

Lewis Hamilton ha confessato di aver ricevuto una serie di minacce di denuncia da parte dell’ex numero uno della Formula 1, Bernie Ecclestone, per il suo uso dei social media prima dell’acquisizione della Formula 1 da parte di Liberty Media. Il sei volte campione del mondo avrebbe mostrato una “pila” di lettere indirizzate a lui da Ecclestone ai nuovi proprietari della categoria. Questo sarebbe avvenuto durante uno dei primi incontri che il campione inglese ha avuto con i nuovi dirigenti della Formula 1. Lo ha rivelato il capo digitale della F1 Frank Arthofer.

Lewis Hamilton ha confessato di aver ricevuto una serie di minacce di denuncia da parte di Bernie Ecclestone

Hamilton, che in passato ha ripetutamente criticato le restrizioni di Ecclestone sui piloti che utilizzano i social media, ha presentato le lettere al direttore operativo della F1, Sean Bratches, secondo quanto dichiarato da Arthofer al summit SportsPro OTT. Lewis Hamilton ha esortato sin da subito Liberty Media ad allentare le restrizioni sui social media all’inizio 2017 per i piloti di Formula 1, ordine a cui Liberty Media ha risposto immediatamente.

I video pubblicati da Hamilton su Instagram non piacevano a Ecclestone

Sul suo account Instagram, Lewis Hamilton era solito pubblicare video, in particolare da telecamere di bordo, senza possederne i diritti. Arthofer ha dichiarato: “Stiamo lavorando con team e piloti in un modo più collaborativo, per costruire uno sport che non solo gioverà alla F1, ma anche ai nostri partner, ai nostri sponsor, alle emittenti televisive, ai promotori. Il digitale è un componente davvero importante per la nostra strategia e probabilmente abbiamo iniziato a fare un buon lavoro anche da quel punto di vista”, ha concluso il dirigente di Liberty Media.

Argomenti: