Ford cambia piani a causa di Trump che attacca General Motors

Ford rinuncia ad investire in Messico, si tratta del primo effetto Trump sul mondo dei motori? nel frattempo il Presidente critica GM

di Andrea Senatore, pubblicato il
Ford

L’elezione a Presidente degli Stati Uniti di Donald Trump potrebbe cambiare tante cose nel settore auto. In campagna elettorale il neo Presidente aveva parlato chiaramente dell’idea di aumentare le tasse delle auto prodotte all’estero sino al 35% in più. Questo per scoraggiare gli investimenti sempre maggiori che le case automobilistiche più importanti stavano facendo per spostare la propria produzione in Messico. Il primo effetto di queste politiche lo si sta vedendo proprio in queste ore. Ford infatti ha appena annunciato di aver rinunciato al suo investimento da 1,6 miliardi di dollari per una nuova fabbrica in Messico. La celebre casa automobilistica statunitense ha invece deciso di spendere oltre 700 milioni  di dollari per ammodernare lo stabilimento di Flat Rock, in Michigan. 

Ford: 700 nuovi posti di lavoro in Michigan grazie al nuovo investimento

Ford dunque sembra essere la prima azienda che decide di cambiare i propri piani a causa del nuovo Presidente degli Stati Uniti che ha parlato apertamente della possibilità di prevedere dazi che non renderebbero più conveniente per le case automobilistiche spostare la propria produzione al di fuori dei confini americani. L’investimento che Ford effettuerà in Michigan fondamentalmente servirà per lo sviluppo e la produzione di modelli elettrici e a guida autonoma. Tra l’altro è stato anche specificato che questo investimento dovrebbe anche portare alla creazione di 700 nuovi posti di lavoro. Per quanto riguarda il Messico, rimane confermato che la nuova Ford Focus verrà prodotta li nella fabbrica Ford di Hermosillo.

Leggi anche: Fiat Chrysler: 2016 positivo in Italia, Spagna e Francia

Ford

Ford cambia piani a causa delle idee del nuovo Presidente Usa Donald Trump: niente più investimenti in Messico

Leggi anche: Fiat e Ford offerte auto gennaio 2017 e incentivi rottamazione – focus su Fiat Panda e Ford Fiesta

Ford investe sulle nuove tecnologie

Questo cambio di piani di Ford è risultato essere piuttosto sorprendente. Infatti solo il mese scorso l’amministratore delegato Mark Fields aveva detto che sebbene fosse pronto a collaborare con l’amministrazione Trump, ormai il progetto per l’investimento in Messico era troppo avanti per poter essere annullato. Qualcosa evidentemente deve aver cambiato le idee del Ceo. Ricordiamo infine che la storica casa automobilistica americana ha confermato il lancio di 13 nuovi veicoli elettrici o ibridi nei prossimi cinque anni. Questo significa che molto probabilmente in futuro nuovi investimenti saranno effettuati.

Trump attacca General Motors

Nel frattempo il Presidente Donald Trump, attraverso il suo profilo di Twitter, ha attaccato General Motors. Trump ha minacciato il colosso americano dell’automobilismo di una grossa tariffa sulle importazioni delle Chevrolet Cruze prodotte in Messico. Vedremo come GM si comporterà, per adesso si difende affermando che quelle vetture sono prodotte in Messico per essere vendute all’estero.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ford

Leave a Reply