Fiat si prepara a produrre nuovi SUV in Brasile

Nei prossimi anni in Brasile grazie ad un grosso investimento di FCA i marchi Fiat e Jeep vedranno arricchire le proprie gamme di nuovi suv

di , pubblicato il
Nei prossimi anni in Brasile grazie ad un grosso investimento di FCA i marchi Fiat e Jeep vedranno arricchire le proprie gamme di nuovi suv

Il gruppo Fiat Chrysler Automobiles nelle scorse ore ha annunciato che investirà in Brasile R $ 7,5 miliardi entro il 2024. I principali prodotti derivanti dall’utilizzo di questo investimento dovrebbero essere i SUV. Nei prossimi anni infatti in Brasile saranno fabbricati nuovi suv sia con il marchio di Torino che sotto il brand Jeep. Uno dei modelli che dovrebbero arrivare nei prossimi anni è il SUV basato su Fiat Toro. Il modello sarà il quarto modello ad essere prodotto presso lo stabilimento di Goiana (PE). Nello stabilimento di Pernambuco, infatti al momento vengono prodotti Jeep Compass e Renegade oltre al pick-up Toro. 

I tre modelli condividono la piattaforma, che sarà utilizzata anche dal SUV Fiat Fastback, il primo prodotto dal marchio in Brasile. All’inizio dell’anno, il presidente di FCA, Antonio Filosa, ha confermato l’arrivo di questo modello per il 2021.  Il SUV che verrà lanciato dalla casa automobilistica cercherà ispirazione nel concetto Fastback, presentato da Fiat lo scorso anno nel salone dell’auto di San Paolo 2018. Tuttavia, il modello finale non dovrebbe avere  uno stile coupé, come il concetto. Secondo il quotidiano Jornal do Carro, il SUV avrà un corpo più convenzionale. Le linee, tuttavia, dovrebbero essere molto sportive. Inoltre, Fastback ispirerà il primo restyling del pick up Toro. Secondo il sito Auto Papo, il modello avrà due versioni con motore 1.3 turbo e il 2.0 diesel.

Leggi anche: Fiat Panda è l’auto più venduta in Europa nei primi 3 mesi dell’anno nel segmento A

Fiat FASTBACK sarà uno dei futuri suv che la principale casa italiana produrrà nei prossimi anni in Brasile grazie ad un grosso investimento

Leggi anche: FCA farà un grosso investimento a Windsor ma per il momento i licenziamenti sono confermati

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: