Fiat Punto non sarà prodotta dal 18 al 30 dicembre, ancora cassa integrazione a Melfi

Fiat Punto nel 2017 ha visto calare del 19 per cento le vendite rispetto al 2016, produzione ancora una volta ferma a Melfi dal 18 al 30 dicembre

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Punto 2017

La fine della produzione di Fiat Punto sembra essere sempre più vicina. Nel frattempo è stata annunciata la cassa integrazione per gli operai della linea produttiva del famoso modello anche nel prossimo mese di dicembre. Esattamente lo stop andrà dal 18 al 30 dicembre. Saranno più di 800 i lavoratori interessati dal provvedimento così come indicato dai sindacati. Lo stop si è reso necessario ancora una volta per adeguare la produzione a quella che è la reale richiesta di mercato di Punto in questo momento. Ormai la gamma è ridotta all’osso e la domanda si riduce di mese in mese. Basti pensare che in tutto il 2017 sono state vendute appena 40 mila unità di Punto di cui 30 mila in Italia.

 

Fiat Punto nel 2017 ha visto calare del 19 per cento le vendite rispetto al 2016, produzione ancora una volta ferma a Melfi dal 18 al 30 dicembre

 

Questo dato ha significato un calo del 19 per cento nelle vendite di Fiat Punto nei primi 10 mesi del 2017 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Già nel 2016 il declino della vettura era iniziato. Infatti lo scorso anno le vendite erano scese del 22 per cento rispetto al 2015. La vettura di Fiat Chrysler Automobiles nei prossimi mesi dovrebbe uscire di produzione. Non è stato ancora annunciato quando esattamente questo avverrà ma non dovrebbe ormai mancare molto. Inizialmente si era pensato addirittura che lo stop potesse avvenire entro fine anno, ma a quanto pare la produzione continuerà anche nel 2018.

 

La cosa che preoccupa i sindacati è che Fiat Punto per il momento non ha ancora un’erede. Infatti fino ad ora non è stata ancora annunciata alcuna nuova Punto, sebbene negli scorsi mesi si siano diffuse sul web delle voci relative ad una possibile nuova generazione su base di Fiat Argo. Dunque quando la produzione si interromperà definitivamente i lavoratori della linea rimarranno in attesa di avere notizie di nuove auto da parte dei dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles. Non ci sono informazioni per il momento su nuovi progetti che potrebbero fare al caso dello stabilimento FCA di Melfi. Questo ovviamente preoccupa molto i sindacati che rappresentano i lavoratori dello stabilimento che temono un futuro incerto per i propri assistiti.

 

Jeep Renegade e Fiat 500X non sono in grado da sole di garantire la piena occupazione dello stabilimento

Jeep Renegade e Fiat 500X, le altre due auto che vengono prodotte a Melfi, a loro volta hanno subito un piccolo calo nella produzione degli ultimi mesi dimostrando di non essere in grado da sole di garantire la piena occupazione dello stabilimento. Si spera a questo punto che nel famoso piano quinquennale che Sergio Marchionne esporrà nei primi mesi del 2018 a proposito di Fiat Chrysler Automobiles possa essere trovata una soluzione per Melfi con un nuovo modello pronto a sostituire Fiat Punto.

 

Leggi anche: Fiat 500: ecco l’esemplare del tuner Giannini con motore Alfa Romeo e prezzo di una Ferrari

 

Fiat Punto 2017

Fiat Punto nel 2017 ha visto calare del 19 per cento le vendite rispetto al 2016, produzione ancora una volta ferma a Melfi dal 18 al 30 dicembre

 

Leggi anche: Fiat Panda: ecco l’ultimo record della mitica citycar della casa italiana

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

I commenti sono chiusi.