Fiat Punto non avrà un’erede: il brand di Torino destinato ad avere ruolo di secondo piano in Europa

Fiat Punto: niente erede per la celebre vettura del brand di Torino che in Europa si prepara ad avere un ruolo di secondo piano.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Punto

Sergio Marchionne parlando con la stampa al Salone dell’auto di Ginevra nella giornata di ieri ha rilasciato interessanti dichiarazioni. Tra le tante cose dette si è parlato di Fiat. Marchionne ha rivelato che il brand di Torino in futuro avrà uno spazio ridotto in Europa rispetto a quanto avviene oggi. Il marchio sarà relegato solo ad alcuni segmenti di mercato con la conferma di Panda e 500. Al contrario quasi sicuramente Fiat Punto non avrà un’erede. Questo significa che molto presto l’attuale versione cesserà di essere prodotta senza venire sostituita da un’altra vettura. Nei mesi scorsi si era parlato del possibile arrivo di una erede su base di Fiat Argo. A quanto pare però le cose non andranno così.

Fiat Punto: niente erede per la celebre vettura del brand di Torino che in Europa si prepara ad avere un ruolo di secondo piano

Sergio Marchionne comunque spiegherà meglio il futuro di Fiat il prossimo 1 giugno in occasione dell’Investor Day a Balocco. In quella occasione verrà chiarito il futuro del brand di Torino che però a quanto pare avrà meno spazio in Europa e di contro diventerà il marchio di riferimento per il gruppo FCA in Sud America. Del resto l’Europa in futuro sarà sempre più un mercato destinato ad ospitare crossover e Suv, una tipologia di veicolo che poco si addice alla tradizione di Fiat. La principale casa automobilistica italiana comunque continuerà ad essere presente nel vecchio continente con modelli quali Panda, 500, 500L, 500X e Tipo che nei prossimi anni ovviamente saranno aggiornati.

Leggi anche: Fiat Chrysler avrebbe avuto contatti con Geely prima dell’accordo dei cinesi con Daimler

Fiat Punto

Fiat Punto: niente erede per la celebre vettura, il brand di Torino avrà un ruolo secondario nei prossimi anni in Europa

Leggi anche: Fiat Chrysler: in USA vendite giù a febbraio 2018, bene le immatricolazioni in Francia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Fiat, FIAT Chrysler

I commenti sono chiusi.