Fiat prepara due nuovi SUV per il 2021: il primo sarà basato su Argo e il secondo su Fastback

Fiat prepara per il Sud America un SUV su base di Fiat Argo e uno ispirato al concept Fastback

di , pubblicato il
Fiat prepara per il Sud America un SUV su base di Fiat Argo e uno ispirato al concept Fastback

Fiat prepara per il Sud America un SUV su base di Fiat Argo. Dopo non aver voluto lanciare questo tipo di veicolo negli ultimi anni per evitare di fare concorrenza a Jeep con i suoi Renegade e Compass, Fiat entra nel segmento in più rapida crescita in Brasile una volta per tutte. Per il prossimo anno, la storia dovrebbe cambiare e il marchio italiano dovrebbe lanciare due SUV per il mercato brasiliano, il primo dei quali arriverà nella prima metà del 2021 con motori turbo 1.0 e 1.3 con cambio CVT.

Fiat prepara per il Sud America un SUV su base di Fiat Argo e uno ispirato al concept Fastback

Secondo Antonio Filosa, presidente della Fiat Chrysler in America Latina, il secondo SUV sarà molto simile al concetto di Fastback, che la principale casa italiana ha presentato lo scorso anno durante il Motor Show di San Paolo ed esposto questo mese in un evento presso il centro di progettazione marchio in Betim (MG). Questo SUV utilizzerà la stessa base del pickup Toro, esibendo un profilo coupé e anteriore molto simile, con un rivestimento del tetto più pronunciato all’altezza del cofano del bagagliaio. Per quanto riguarda l’altro SUV di Argo, non sono stati forniti dettagli.

Se Fiat andrà al Salone dell’Auto di San Paolo, avremo la possibilità di vedere il SUV di Argo in quell’occasione. Il veicolo poi sarà pronto per il lancio all’inizio del prossimo anno. Il SUV più piccolo competerà per lo spazio con modelli più piccoli, come la Honda WR-V e la Volkswagen Nivus. Secondo il sito web della rivista Autoesporte, con l’avvio della produzione dei motori turbo a Betim (MG) da ottobre, il SUV Argo potrà disporre del motore turbo Firefly 1.0 da 120 CV, abbinato al cambio automatico di tipo CVT.

Leggi anche: Fiat Chrysler Automobiles vede il coronavirus come un nuovo rischio per il business globale

Argomenti: