Fiat finanzierà indirettamente la fabbrica tedesca di Tesla

Fiat Chrysler per condividere la sua flotta con quella di Tesla evitando di pagare multe salate in Europa finanzierà indirettamente la Gigafactory di Berlino

di , pubblicato il
Fiat Chrysler per condividere la sua flotta con quella di Tesla evitando di pagare multe salate in Europa finanzierà indirettamente la Gigafactory di Berlino

L’accordo di Fiat Chrysler Automobiles di mettere in comune la sua flotta con Tesla per conformarsi alle norme sulle emissioni più rigorose in Europa indirettamente finanzierà l’imminente fabbrica tedesca del produttore di auto elettriche. La casa automobilistica italo americana ha raggiunto un accordo con Tesla la scorsa primavera che potrebbe costare a Fiat Chrysler una stima di 1,8 miliardi di euro fino al 2023. Ciò significa che FCA darà tra i  $ 150 e i $ 200 milioni al trimestre alla casa di Elon Musk aumentando i margini di profitto di Tesla a partire dal primo trimestre di quest’anno.

Fiat Chrysler finanzia Tesla indirettamente?

L’amministratore delegato Elon Musk ha annunciato a novembre che Tesla aveva pianificato di costruire un impianto fuori Berlino. La struttura dovrebbe produrre berline Model 3 e crossover Model Y a partire dal 2021. Fiat Chrysler lancerà quest’anno una nuova versione del suo veicolo a batteria Fiat 500 in Europa, insieme alle versioni ibride plug-in dei suoi modelli Jeep Compass, Renegade e Wrangler. Ciò, combinato con i crediti Tesla, dovrebbe rendere l’azienda conforme alle norme europee sulle emissioni, ha dichiarato l’amministratore delegato Mike Manley a luglio.

Mentre Fiat Chrysler avrebbe altrimenti difficoltà a soddisfare i nuovi standard sulle emissioni di anidride carbonica in Europa, la cosiddetta opzione open pool disponibile nell’Unione Europea consente alle case automobilistiche di raggruppare le loro flotte per raggiungere gli obiettivi. La conformità è diventata più difficile per le case automobilistiche poiché i consumatori si sono spostati verso le auto a benzina, che emettono relativamente più CO2, a seguito dello scandalo delle emissioni diesel di Volkswagen AG che è scoppiato per la prima volta nel 2015.

Leggi anche: Fiat Chrysler: gli stabilimenti di Windsor e Belvidere resteranno inattivi per due settimane

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler per condividere la sua flotta con quella di Tesla evitando di pagare multe salate in Europa finanzierà indirettamente la Gigafactory di Berlino

Leggi anche: Tesla Cybertruck: per approdare in Europa dovrà subire importanti modifiche

Argomenti: ,