Fiat e Lancia: nel 2020 importanti novità in arrivo

Ecco le novità che Fiat e Lancia lanceranno nel corso del 2020

di , pubblicato il
Fiat e Lancia

Il 2020 di Fiat e Lancia sarà particolarmente intenso. Le due celebri case automobilistiche italiane sono attese da novità importanti che arricchiranno indubbiamente la propria gamma. Innanzi tutto il prossimo anno i due marchi italiani procederanno al lancio delle varianti mild hybrid di Panda, 500 e Ypsilon che sono state confermate nei giorni scorsi dai dirigenti del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Questi 3 modelli arriveranno entro la fine del primo trimestre del 2020, così come annunciato nelle scorse settimane dai portavoce del gruppo italo americano.

Ecco le novità che Fiat e Lancia lanceranno nel corso del 2020

FCA non ha ancora diffuso i dettagli del motore mild hybrid che sarà alla base dei modelli di Fiat e Lancia che il prossimo anno sarà lanciati. Qualche informazione in più dovrebbe arrivare nel corso dei primi mesi del 2020. Altra novità importante sarà il debutto della prima auto completamente elettrica prodotta in Italia. Ci riferiamo naturalmente alla Fiat 500 elettrica che verrà costruita  Mirafiori e presentata ufficialmente il prossimo 4 luglio 2020.

Sempre a proposito di Fiat e Lancia, nel 2020 potrebbe arrivare il restyling di Fiat Punto e forse sarà anche svelata la versione di produzione di Fiat Centoventi, la concept car che a marzo la casa italiana ha mostrato per la prima volta al Salone dell’auto di Ginevra. Per quanto riguarda Lancia invece nemmeno nel 2020 arriveranno nuovi modelli per la sua gamma che continuerà dunque ad essere composta solo dalla city car Ypsilon. La grande novità dunque oltre alla versione Mild Hybrid potrebbe essere l’ultimo aggiornamento per il modello prima della conclusione della sua lunga carriera.

Leggi anche: Fiat e Lancia: a settembre arriva la nuova formula “Zero+Zero”

Lancia: la casa piemontese nel 2020 vedrà l’introduzione della versione mild hybrid della city car Ypsilon

Leggi anche: FCA aggiorna alcuni Jeep Wrangler in Canada e negli Stati Uniti per correggere “rare” anomalie

 

Argomenti: