Fiat Chrysler: un flop lo sciopero contro il trasferimento di Cristiano Ronaldo

Fiat Chrysler: lo sciopero indetto contro l'acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus è stato un vero e proprio flop.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

La richiesta di uno sciopero da parte di un’unione sindacale nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Melfi per protestare contro il costoso trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juventus a Torino è stata un flop lunedì con solo 5 lavoratori che hanno deciso di aderire, secondo la direzione dello stabilimento lucano.

Un portavoce del gruppo italo americano ha dichiarato: “Oggi a Melfi, come era già successo venerdì a Pomigliano, le iniziative di protesta promosse nelle scorse giornate per questioni relative al calcio sono state un vero e proprio flop”.  “Solo cinque dipendenti hanno scioperato su circa 1.700 presenti al primo turno di servizio. La percentuale di partecipazione è stata dello 0,3% “.

Fiat Chrysler: lo sciopero indetto contro l’acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus è stato un vero e proprio flop

A Melfi, l’Unione Sindacale di Base, un sindacato non rappresentato in fabbrica, aveva chiamato gli operai per disimpegnarsi da domenica sera a martedì mattina per denunciare l’arrivo di Ronaldo. Questo in quanto la casa automobilistica e la Juventus condividono lo stesso azionista di riferimento, la famiglia Agnelli.

“È inaccettabile che mentre la direzione continua a chiedere enormi sacrifici per anni ai lavoratori di Fiat Chrysler, la stessa direzione decida di spendere centinaia di milioni di euro per l’acquisizione di un calciatore.”

L’USB è stata l’unica unione sindacale a proclamare lo sciopero a Melfi mentre a Pomigliano una decisione simile è stata presa anche da un’altra organizzazione di minoranza, Si Cobas. Il principale sindacato italiano nel settore, la Fiom CGIL, ha deciso di non dare la sua adesione allo sciopero.

Leggi anche: Fiat Chrysler: a Melfi lavoratori in sciopero dopo il passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: lo sciopero indetto contro l’acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus è stato un vero e proprio flop

Leggi anche: Fiat Chrysler: con l’addio di Alfa Romeo MiTo 294 lavoratori spostati da Mirafiori a Grugliasco

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler