Fiat Chrysler: ecco chi potrebbe sostituire Sergio Marchionne l’anno prossimo

Fiat Chrysler Automobiles: anche Pietro Gorlier numero uno di Mopar tra i papabili alla successione di Sergio Marchionne alla guida del gruppo italo americano.

di Andrea Senatore, pubblicato il
FCA

Nella primavera del 2019 l’attuale amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne, darà le dimissioni. Si tratta di un fatto risaputo già da tempo, essendo stato confermato in più occasioni dal diretto interessato. Quello che invece non è ancora chiaro è chi sarà il suo sostituto. Il Presidente di FCA, John Elkann, ha affermato che l’erede di Sergio Marchionne sarà scelto tra uno dei manager già presenti all’interno del gruppo italo americano. Lo stesso Sergio Marchionne ha confermato questa notizia in passato. Negli ultimi mesi sono stati fatti tanti nomi a proposito del successore dell’attuale CEO. 

Fiat Chrysler Automobiles: anche Pietro Gorlier numero uno di Mopar tra i papabili alla successione di Sergio Marchionne

Nelle ultime ore registriamo l’inserimento di un nome nuovo tra coloro i quali potrebbero prendere il posto di Sergio Marchionne alla guida di Fiat Chrysler Automobiles. Si tratta di Pietro Gorlier, attuale numero uno di Mopar e e Magneti Marelli, torinese, un Master in Economia conseguito presso l’Università di Torino. Il dirigente è entrato nel gruppo Fiat nel 1989. Il nome di Gorlier si va ad aggiungere a quello di altri dirigenti che da tempo sono considerati tra i papabili a ricoprire in futuro il ruolo di CEO in FCA. Ci riferiamo ad esempio ad Alfredo Altavilla, responsabile Europa per Fca e al direttore finanziario Richard Palmer, inglese. Ma ci riferiamo anche a Reid Bigland, ex numero uno di Alfa Romeo e Maserati e Mike Manley, numero uno di Jeep dal 2015.

Leggi anche: Fiat 500 Collezione arriva in Italia, debutto il 14 e 15 aprile nelle concessionarie

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles: anche Pietro Gorlier numero uno di Mopar tra i papabili alla successione di Sergio Marchionne alla guida del gruppo italo americano

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat e Jeep: ecco come sono andate le vendite in Francia a marzo 2018

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

I commenti sono chiusi.