Fiat Chrysler: Sergio Marchionne smentisce cessione di Magneti Marelli a Samsung

Fiat Chrysler: il numero uno Sergio Marchionne smentisce categoricamente l'ipotesi di una cessione di Magneti Marelli a Samsung

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler Automobiles

Nei giorni scorsi il Financial Times aveva diffuso voci secondo cui entro fine anno Fiat Chrysler Automobiles avrebbe ceduto Magneti Marelli ai coreani di Samsung. La notizia tra l’altro era stata già diffusa nei mesi scorsi senza però trovare mai alcuna conferma ufficiale. Nelle scorse ore a queste voci che ovviamente hanno fatto molto scalpore nel mondo dei motori, è arrivata la smentita da parte del numero uno del gruppo italo americano, l’amministratore delegato Sergio Marchionne. 

 

Il CEO di Fiat Chrysler Automobiles, parlando ad Amesterdam durante l’assemblea degli azionisti FCA ha ribadito che l’ipotesi di un’eventuale cessione di Magneti Marelli non è assolutamente presa in considerazione dai vertici del gruppo in questo momento. Insomma questa volta Sergio Marchionne ha voluto eliminare qualsiasi ambiguità escludendo categoricamente qualsiasi ipotesi di cessione. 

 

Qualcuno ipotizza che questa chiusura sia stata effettuata anche a causa della distanza tra domanda e offerta secondo quanto rivelato dal Financial Times, con Fiat Chrysler che avrebbe chiesto per Magneti Marelli 2,6 miliardi di dollari e Samsung pronta a sborsare meno di un miliardo. Del resto lo stesso John Elkann alla fine della scorsa estate ammise di aver partecipato ad alcuni colloqui con Samsung per discutere proprio di Magneti Marelli. 

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: importante novità svelata da Alfredo Altavilla

 

Magneti Marelli

Magneti Marelli: Sergio Marchionne smentisce ipotesi di cessione a Samsung

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: il Vice Presidente di Samsung si dimette dal suo consiglio d’amministrazione

 

Per il resto nel corso dell’assemblea si è parlato di primo trimestre 2017 difficile per il gruppo italo americano. Si è anche discusso di una futura nuova collaborazione tecnologica simile a quella intrapresa con  Google per l’auto autonoma. John Elkann presidente di FCA ha pure detto che individuare il sostituto di Sergio Marchionne non sarà facile ma ci sono ancora 2 anni di tempo, prima che l’attuale numero uno del gruppo rassegni le dimissioni.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

Leave a Reply