Fiat Chrysler richiamerà 18 mila Jeep Wrangler in USA, ecco il motivo

Fiat Chrysler prepara un richiamo in USA per 18 mila Jeep Wrangler difettosi, ecco il motivo.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Jeep Wrangler 2018

Fiat Chrysler Automobiles  si appresta a richiamare circa 18 mila fuoristrada Jeep Wrangler a causa di una saldatura difettosa nel telaio del popolare veicolo sportivo che potrebbe causare un improvviso incidente. La casa automobilistica americana che fa parte di FCA inizierà il ritiro prima della fine dell’anno, secondo quanto comunicato da un concessionario venerdì e confermato dalla stessa società. Alcuni veicoli hanno una saldatura difettosa sulla barra anteriore, che mantiene gli assi centrati. Ciò può consentire alla barra di separarsi dal telaio e interferire con lo sterzo, “cosa che può causare l’arresto di un veicolo senza preavviso”.

Fiat Chrysler prepara un richiamo in USA per 18 mila Jeep Wrangler difettosi, ecco il motivo

Fiat Chrysler non è a conoscenza, per il momento, di incidenti o lesioni correlate al difetto. Secondo un portavoce di Jeep il problema esiste su circa il 4 per cento dei veicoli richiamati. Wrangler è il secondo veicolo più venduto dal gruppo italo americano negli Stati Uniti e l’icona del suo marchio Jeep, che rappresenta oltre il 70 per cento dei profitti, secondo le stime degli analisti. Le capacità off road del modello e lo stile distintivo e squadrato hanno creato un fedele seguito da parte dei clienti. Alcuni dei veicoli difettosi non sono ancora stati venduti, quindi la società ha ordinato ai concessionari di interrompere le vendite dei Wrangler richiamati fino a quando i veicoli non saranno ispezionati e riparati, se necessario.

Leggi anche: Fiat Punto addio: nei giorni scorsi prodotto l’ultimo esemplare, i lavoratori di FCA immortalano l’evento

Fiat Chrysler prepara un richiamo in USA per 18 mila Jeep Wrangler difettosi, ecco il motivo

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat, Jeep e Maserati: tante promesse mancate nel piano industriale 2014/2018 di FCA

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler