Fiat Chrysler: respinto il ricorso sul Museo Alfa Romeo ‘La Macchina del Tempo’

Fiat Chrysler: respinto il ricorso sul Museo Alfa Romeo 'La Macchina del Tempo' presentato contro il Comune di Arese e la soprintendenza ai Beni Culturali

di Andrea Senatore, pubblicato il
Museo Alfa Romeo 'La Macchina Del Tempo'

Fiat Chrysler si è vista nelle scorse ore respingere il ricorso sul Museo Alfa Romeo ‘La Macchina del Tempo’ che aveva presentato contro il Comune di Arese e la soprintendenza ai Beni Culturali che avevano posto degli stretti vincoli sull’edificio in cui sorge il Museo. Il gruppo italo americano guidato dal numero uno Sergio Marchionne aveva presentato ricorso diversi anni fa.

 

Nel frattempo il museo il 24 giugno 2015 aveva riaperto i battenti dopo aver chiuso per un certo numero di anni. Nel corso dell’inaugurazione vi fu anche la presentazione in anteprima mondiale della nuova berlina Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio. Il Comune di Arese si era attivato per il timore che il sito potesse un giorno essere smantellato.

 

Il contenzioso è andato avanti per molti anni e alla fine è stata data ragione al comune e alla Soprintendenza. Questo significa che Fiat Chrysler non può disporre come crede del museo e delle auto che vi sono custodite dentro.  Ovviamente sul web nel giro di poche ore la notizia si è sparsa a macchia d’olio tra gli appassionati di auto storici ed in particolare tra i fan del Biscione che hanno molto gradito la decisione del Tribunale.

 

Dopo 6 anni dunque il TAR ha dato torto a Fiat Chrysler e quindi il vincolo del Ministero dei Beni Culturali rimane. Gioisce Andrea Vecchi, presidente di Alfa Club Milano, tutte le Alfa Romeo devono tornare nel Museo. Tra i bene vincolati infatti vi sono 253 automobili che hanno fatto la storia del Biscione. Anche l’arredo storico non può essere toccato. A questo punto sono in tanti a domandarsi cosa farà il gruppo di Sergio Marchionne.

 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: la Cina aspetta a braccia aperte il primo Suv del Biscione

 

Fiat Chrysler 'la macchina del tempo'

Fiat Chrysler: un immagine tratta dal museo Alfa Romeo ‘La macchina del tempo’

 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio trionfa a Top Gear, Bmw M3 surclassata

 

Al momento le possibilità sono due. La prima prevede che Fiat Chrysler possa ricorrere al Consiglio di Stato, la seconda invece che accetti la decisione del Tribunale regionale e decida di ampliare il Museo per accogliere le altre vetture che in questo momento non sono più esposte in esso. Infatti su 120 che caratterizzavano il museo in precedenza attualmente ne sono stati esposti circa 70. Per il momento  da Fiat Chrysler preferiscono non commentare la decisione del tribunale amministrativo regionale.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler

Leave a Reply