Fiat Chrysler perde 20 mila dollari per ogni Fiat 500e che vende

Fiat Chrysler ha confermato di perdere 20 mila dollari per ogni auto elettrica venduta, ma nonostante ciò si va avanti con l'elettrificazione della gamma

di , pubblicato il
Fiat Chrysler Automobiles

Secondo una relazione di Bloomberg, Fiat Chrysler Automobiles perde fino a 20 mila dollari per ogni Fiat 500e venduta, così come rivelato dal numero uno del gruppo italo americano, l’amministratore delegato Sergio Marchionne.  Malgrado le perdite, Marchionne afferma che FCA deve continuare con questo costoso investimento  per lo sviluppo della propria flotta di veicoli elettrici come risposta al mercato globale che va sempre di più verso un futuro elettrificato. Basti pensare che i governi di tutto il mondo, tra cui Gran Bretagna, Francia, Germania e Cina stanno cercando di vietare le vendite di veicoli a combustione nei prossimi decenni, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas nocivi.

 

 Fiat Chrysler: Sergio Marchionne non è convinto dalle auto elettriche

 

Sergio Marchionne avrebbe confermato a Bloomberg che anche Fiat Chrysler cercherà di elettrificare la sua gamma nei prossimi anni, anche se il CEO non ritiene questa una scelta vincente per combattere l’inquinamento. Tra l’altro questo sarebbe un problema comune. Basti pensare alle difficoltà di Tesla nella produzione della nuova Model 3 o ancora a General Motors che di recente ha confermato di perdere 9 mila dollari per ogni Chevrolet Bolt che viene venduta. Nonostante ciò però GM ha promesso 20 nuovi veicoli elettrici entro il 2023. 

 

Leggi anche: Maserati sarà la prima a sperimentare auto a guida autonoma in Fiat Chrysler

 

Fiat 500e

Fiat 500e

 

Leggi anche: Fiat Chrysler risarcimento da 140 mila dollari in Canada per un lavoratore rimasto ferito

 

I consumatori di tutto il mondo chiedono sempre di più auto elettriche e le case automobilistiche si stanno attrezzando per dare loro ciò. Ma le preoccupazioni di Fiat Chrysler e di Sergio Marchionne a quanto pare sono comuni alla gran parte del resto dell’industria automobilistica,  gli EV sarebbero semplicemente troppo costosi. L’investimento nella tecnologia potrebbe essere utile per i produttori di automobili e l’indipendenza dalla benzina è attraente per gli acquirenti, ma i prezzi devono scendere se davvero il mondo vuole frenare l’avanzata dei combustibili fossili.

 

 

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: