Fiat Chrysler: parte la lotta alla contraffazione con la campagna di Mopar

Fiat Chrysler lancia la campagna contro la contraffazione dei pezzi di ricambio, un fenomeno molto diffuso causa spesso di incidenti e gravi conseguenze

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler lancia la campagna contro la contraffazione dei pezzi di ricambio, un fenomeno molto diffuso causa spesso di incidenti e gravi conseguenze

Fiat Chrysler ha deciso di dare il via ad una campagna contro la contraffazione dei ricambi delle sue auto. Sarà Mopar il brand che più di tutti cercherà di porre un freno a questo fenomeno che, nonostante i governi di tutto il mondo cerchino di contrastarlo, continua ad essere molto presente nel mondo dei motori danneggiando le aziende che in questa maniera vendono di meno e creando anche grossi problemi di sicurezza alle vetture che si muovono nelle nostre strade.

 

Fiat Chrysler dice stop alla contraffazione: Mopar lancia la sua campagna contro questo fenomeno

 

Molto spesso diventa difficile distinguere un pezzo originale da uno contraffatto. Mopar invita i suoi clienti a diffidare dei prezzi molto più bassi delle medie. In quei casi infatti è facile ipotizzare si possa trattare di un pezzo non originale. Diventa dunque fondamentale acquistare i pezzi di ricambio presso i centri autorizzati di Fiat Chrysler, li si ha la certezza di non avere brutte sorprese.

 

Testine dello sterzo, frizioni, pistoni, cuscinetti motore e pompe acqua, sono tra i componenti quelli che più spesso vengono acquistati non originali. Questo però può causare grossi problemi di sicurezza. Lo stesso spesso avviene anche con pastiglie e dischi freno, candele e anche con i sistemi di iniezione. Fiat Chrysler dice no a questo fenomeno che mette a grave rischio l’integrità dei suoi veicoli e anche la sicurezza dei passeggeri.

 

Mopar ha pure previsto un’apposita email con la quale segnalare presenza di pezzi contraffatti sul mercato da parte degli stessi clienti, i quali sono invitati a collaborare per migliorare la sicurezza nelle strade del nostro paese dove il fenomeno è assai presente e spesso causa di incidenti.

 

Leggi anche: Volkswagen, Bmw, Audi, Porsche e Mercedes nella bufera, pesanti accuse arrivano dalla Germania

 

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles

 

Leggi anche: Valentino Rossi consiglia a Yamaha di schierare un terzo pilota in MotoGp

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler, Mopar

Leave a Reply