Fiat Chrysler pagherà Tesla per evitare multe per le emissioni nell’UE

Tesla e Fiat Chrysler si accordano per unire le loro flotte in Europa permettendo al gruppo italo americano di non dover pagare pesanti multe

di , pubblicato il
tesla

Il Financial Times ha appreso che Fiat Chrysler Automobiles pagherà a Tesla centinaia di milioni di euro per riunire le auto del marchio EV con la propria flotta ed evitare multe per aver violato regole UE più severe sulle emissioni per il 2020. La mossa dovrebbe aiutare FCA a raggiungere l’obiettivo di emissioni di CO2 dell’UE di 95 g / km, abbassando la media dagli attuali 123 g.

Il gruppo italo americano è stato relativamente lento nell’adozione di auto elettriche e ibride.

Tesla e Fiat Chrysler si accordano per unire le loro flotte in Europa permettendo al gruppo italo americano di non dover pagare pesanti multe

Questo tipo di accordo non è del tutto inusuale per Tesla. La casa automobilistica americana solo nel 2018 ha guadagnato 103,4 milioni di dollari vendendo crediti a emissioni zero realizzando 279,7 milioni l’anno prima. Una notifica sul sito web della Commissione europea mostra che Fiat Chrysler ha formato un pool aperto con Tesla il 25 febbraio scorso. “FCA si impegna a ridurre le emissioni di tutti i suoi prodotti. Il pool di acquisto offre flessibilità nella fornitura di prodotti che i nostri clienti sono disposti ad acquistare gestendo nel contempo la conformità con l’approccio al costo più basso”, ha aggiunto FCA nella sua dichiarazione.

Leggi anche: Tesla Model 3 nel primo mese in Europa supera Mercedes Classe C, Audi A4 e BMW Serie 3 come numero di vendite

Tesla

Tesla e Fiat Chrysler si accordano per unire le loro flotte in Europa permettendo al gruppo italo americano di dover pagare pesanti multe

Leggi anche: Fiat Chrysler tranquillizza dipendenti e sindacati sugli effetti del passaggio all’ibrido

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: