Fiat Chrysler: l’impianto di Belvidere chiude a causa della mancanza di ordini

Fiat Chrysler chiude momentaneamente lo stabilimento di Belvidere a causa del calo della domanda per i veicoli prodotti al suo interno

di , pubblicato il
Fiat Chrysler chiude momentaneamente lo stabilimento di Belvidere a causa del calo della domanda per i veicoli prodotti al suo interno

A causa della mancanza di domanda, l’impianto di Belvidere del gruppo Fiat Chrysler Automobiles è stato temporaneamente chiuso. Secondo un portavoce di Fiat Chrysler, proprietario dell’impianto di assemblaggio di Belvidere, lo stop di questa settimana serve ad allineare la produzione alla domanda che come dicevamo è in netto calo per le vetture prodotte in questa fabbrica. Il portavoce afferma che i programmi regolari per i lavoratori riprenderanno martedì prossimo, 3 settembre. Ricordiamo anche che a maggio, la società del numero uno Mike Manley ha presentato una proposta di fusione con il produttore automobilistico francese Groupe Renault per creare una fusione 50-50 tra i due principali produttori automobilistici.

Fiat Chrysler chiude momentaneamente lo stabilimento di Belvidere a causa del calo della domanda per i veicoli prodotti al suo interno

Lo scorso febbraio, FCA ha annunciato che 1371 lavoratori sarebbero stati licenziati presso la struttura di Belvidere il 6 maggio. Quindi, il giorno in cui i licenziamenti sono entrati in vigore, FCA ha annunciato che altre 32 persone sarebbero state licenziate. Fiat Chrysler ha dichiarato attraverso un comunicato che i licenziamenti aggiuntivi si sono resi necessari “per allineare correttamente la produzione con il ritorno dell’impianto a un modello operativo su due turni”. Nello stabilimento viene prodotta la Jeep Cherokee. Anche il portavoce del gruppo FCA, Jodi Tinson, ha confermato lo stop per la fabbrica, che dovrebbe durare almeno una settimana. Anche negli Stati Uniti dunque l’azienda del Presidente John Elkann è chiamata a fare i conti con la crisi che sta colpendo il settore dell’auto a livello gobale.

Leggi anche: FCA aggiorna alcuni Jeep Wrangler in Canada e negli Stati Uniti per correggere “rare” anomalie

Fiat Chrysler chiude momentaneamente lo stabilimento di Belvidere a causa del calo della domanda per i veicoli prodotti al suo interno

Leggi anche: FCA lancia la nuova piattaforma Uconnect Market che permetterà di acquistare prodotti direttamente in auto

Argomenti: