Fiat Chrysler: le vendite calano del 16,6% in Europa

Il gruppo italo americano parte male a Europa con un calo delle vendite rispetto allo scorso anno

di , pubblicato il
Fiat Chrysler Automobiles

Arrivano brutte notizie dall’Europa per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles. L’azienda del numero uno Mike Manley ha visto diminuire le sue immatricolazioni del 16,6 per cento nel primo mese del 2019 rispetto al mese di gennaio dello scorso anno. In tutto le consegne del gruppo italo americano nel nostro continente sono state il mese scorso quasi 68 mila. Questo risultato negativo deriva dal pessimo andamento dei marchi Jeep e Fiat nel primo mese del 2019.

Jeep infatti con 11 mila unità vendute ha subito un calo del 5.8% rispetto al mese di gennaio del 2018.

Il gruppo italo americano parte male a Europa con un calo delle vendite rispetto allo scorso anno

Il brand Fiat con circa 45 mila unità immatricolate il mese scorso ha dovuto fare i conti con un calo del del 21% rispetto allo scorso anno. Sempre a proposito di Fiat Chrysler, molto male anche Alfa Romeo che ha perso quasi il 35 per cento a gennaio con meno di 5 mila unità immatricolate e una quota di mercato che passa dallo 0,6 allo 0,4 per cento. In contro tendenza i risultati di Lancia. Lo storico marchio italiano infatti è l’unico che crescere in casa FCA. La famosa casa piemontese raggiunge quota 6.608 unità vendute registrando una crescita del 55 per cento grazie alla sua unica auto presente in gamma, la city car Lancia Ypsilon. 

Leggi anche: FCA: importante debutto al Salone di Detroit per il gruppo italo americano

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles: il gruppo italo americano ha perso il 16,6% in Europa a gennaio rispetto allo scorso anno

Leggi anche: Fiat Chrysler: secondo la Fim Cisl l’Ecotassa penalizza 14 auto del gruppo e favorisce i concorrenti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.