Fiat Chrysler: la Fiom chiede un incontro con i vertici dell’azienda e il governo italiano

Fiat Chrysler: mentre in USA il gruppo italo americano investe un miliardo di dollari, in Italia la situazione è ancora nebulosa, la Fiom chiede un incontro a tre con il governo

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler Mirafiori

A differenza di quanto sta avvenendo negli USA, dove Fiat Chrysler ha annunciato un investimento da un miliardo di dollari, in Italia la situazione sembra essere meno rosea. Così almeno sostiene la Fiom che nelle scorse ore è tornata alla carica chiedendo maggiore chiarezza sul futuro degli stabilimenti italiani del gruppo italo americano. Michele De Palma, segretario nazionale Fiom Cgil, nelle scorse ore ha chiesto un confronto con azienda e governo per definire quello che sarà il futuro dei lavoratori di FCA in Italia.

Fiat Chrysler: la Fiom chiede un incontro a tre con i vertici della società e il governo italiano per discutere del futuro

Per Michele De Palma non è più tempo di aspettare. Occorre conoscere quelle che sono le intenzioni di Fiat Chrysler Automobiles per il 2018 e per gli anni successivi. Il rappresentante della Fiom chiede dunque di mettere in piedi un tavolo congiunto in cui possa essere delineato il futuro di FCA in Italia. Per la Fiom inoltre è necessario un piano di investimenti pubblici e privati per promuovere il lancio e la produzione di auto ibride ed elettriche.

Mancato l’obiettivo della piena occupazione entro il 2018

La Fiom ricorda che FCA dal 2009 ad oggi ha investito circa 10 miliardi di dollari in USA. In Italia invece la situazione è ben diversa. La piena occupazione che sarebbe dovuta essere raggiunta entro fine anno non arriverà. La situazione potrebbe peggiorare ulteriormente visto che con l’anno in corso negli stabilimenti di Mirafiori, Pomigliano d’Arco e Nola non potranno essere più utilizzati gli ammortizzatori sociali.

Leggi anche: Fiat Chrysler investirà un miliardo di dollari in Michigan, in arrivo 2.500 nuovi posti di lavoro

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: mentre in USA il gruppo italo americano investe un miliardo di dollari, in Italia la situazione è ancora nebulosa, la Fiom chiede un incontro a tre con il governo

Leggi anche: Fiat Cronos è arrivata nelle concessionarie dell’Argentina, ecco le prime immagini

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler