Fiat Chrysler: la chiusura di Volkswagen non sarebbe definitiva secondo gli analisti

Fiat Chrysler: gli analisti ritengono che la chiusura di Volkswagen per una possibile alleanza sia credibile solo nel breve periodo

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Secondo gli analisti di Equita la chiusura che ieri il CEO di Volkswagen, Matthias Mueller, ha mostrato nei confronti di Fiat Chrysler Automobiles, dopo le parole dell’altro ieri da parte di Sergio Marchionne, non sarebbe un qualcosa di definitivo. La chiusura infatti riguarderebbe solo il breve periodo, mentre nel lungo periodo tutto potrebbe cambiare.Probabilmente prima è necessario che si chiuda la vicenda relativa alle accuse lanciate negli Stati Uniti dall’EPA a Fiat Chrysler.  

 

Parere contrario da parte degli analisti di Icpbi, i quali non sono rimasti sorpresi dalle dichiarazioni di Mueller, visto e considerato che Volkswagen solo da poco è riuscito ad uscire dall’incubo Dieselgate almeno per quello che riguarda gli Stati Uniti mentre ancora in Europa la situazione potrebbe regalare altri capitoli nei prossimi mesi e dunque appare prematuro per il gruppo automobilistico di Wolfsburg parlare di alleanze o fusioni.

 

Altra cosa molto interessante che riguarda Fiat Chrysler e arriva direttamente dal Salone dell’auto di Ginevra 2017, sono le dichiarazioni del responsabile dell’area EMEA, Alfredo Altavilla, il quale ha confermato che secondo previsioni il mercato quest’anno non riuscirà a crescere agli stessi livelli dello scorso anno anche se comunque la crescita sarà ugualmente molto interessante.

 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: al Car of The year 2017 penalizzata da una congiura iberica?

 

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: per gli analisti nel lungo termine possibile un accordo con Volkswagen

 

Leggi anche: Jeep mini crossover: imminente il suo arrivo nella gamma del brand di Fiat Chrysler

 

In particolare i cali maggiori si dovrebbero registrare nel Regno Unito a causa della Brexit. Altavilla a poi messo in evidenza l’ottimo esordio sul mercato di Alfa Romeo Stelvio, un veicolo molto importante per Fiat Chrysler Automobiles che conta nel rilancio in grande stile della casa automobilistica del Biscione.

 

In conclusione per gli analisti il mercato a differenza dello scorso anno, quando si è registrata una crescita del 7 per cento, quest’anno crescerà solo dell’1 per cento in Europa. Fiat Chrysler e Volkswagen dovranno dunque tenere conto anche di questo e fare le proprie valutazioni sul futuro del settore.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler