Fiat Chrysler investe 1 miliardo di dollari negli Usa per 3 nuove Jeep

Fiat Chrysler Automobiles investirà 1 miliardo di dollari negli Stati Uniti per riorganizzare e rimodernare due impianti nel Midwest e produrre 3 nuove Jeep

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Automobiles investirà 1 miliardo di dollari negli Stati Uniti per riorganizzare e rimodernare due impianti nel Midwest. In uno di questi stabilimenti, tra l’altro, verrebbe anche realizzato un pick-up Ram attualmente prodotto in Messico. Il gruppo italo americano ha comunicato che l’investimento creerà più di 2.000 posti di lavoro legati alla produzione. La società ha anche detto che prevede di aggiungere tre nuovi modelli Jeep, tra cui un pick-up, per la sua linea di prodotti. Questo modelli saranno prodotti negli Stati Uniti.

L’annuncio arriva probabilmente in seguito all’intervento del neo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha minacciato di applicare importanti dazi sui veicoli importati negli Stati Uniti dal Messico. Trump ha attaccato Ford e, più recentemente, General Motors e Toyota. Le aziende sono ‘ree’ di aver spostato la produzione di alcune automobili in Messico. Il gruppo italo americano diretto dal numero uno Sergio Marchionne ha pure informato la stampa che in un impianto a Warren, nel Michigan, vicino a Detroit, saranno realizzate le future Jeep Wagoneer e Jeep Grand Wagoneer. A Toledo, in Ohio, invece verrebbe prodotto il nuovo pick-up di Jeep.

Leggi anche: Fiat Chrysler e Google: al CES nuovo sistema di infotainment by Android

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler

Leggi anche: Fiat Chrysler: 2016 positivo in Italia, Spagna e Francia

La società ha dichiarato anche che i piani di produzione in Ohio e Michigan sono stati “oggetto di negoziazione e approvazione finale degli incentivi da parte di enti statali e locali.”I consumatori americani hanno sempre più spostato le proprie attenzioni verso i SUV e Pick Up a discapito delle berline. Questo anche a causa dei prezzi bassi della benzina. Marchionne ha detto ciò in una dichiarazione resa Domenica, aggiungendo che il cambio di piani  è dovuto a causa di questa modifica nei gusti dei consumatori. “Continuiamo a rafforzare gli Stati Uniti come un centro di produzione globale per SUV e pick-up”, ha aggiunto il numero uno del gruppo italo americano.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler