Fiat Chrysler inaugura un nuovo centro per i crash test in Brasile

Fiat Chrysler: a Betim il gruppo italo americano ha inaugurato un nuovo centro per valutare la sicurezza delle sue auto

di , pubblicato il
Fiat Chrysler: a Betim il gruppo italo americano ha inaugurato un nuovo centro per valutare la sicurezza delle sue auto

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha inaugurato ufficialmente questo mercoledì, a Betim (MG), il FCA Latam Safety Center. Il centro di sicurezza si concentrerà sull’omologazione e sui test di sicurezza nelle auto del gruppo per l’America Latina. Le strutture, parte del Centro di Ricerca e Sviluppo Giovanni Agnelli, sono state completate a maggio. Con una superficie totale di 7.600 metri quadrati e la capacità di valutare veicoli fino a 4 tonnellate, il Centro sicurezza sarà in grado di eseguire test su componenti meccanici e articoli di sicurezza, nonché crash test frontali, laterali e polari, rispettando gli standard brasiliani ed Europei.

Fiat Chrysler: a Betim il gruppo italo americano ha inaugurato un nuovo centro per valutare la sicurezza delle sue auto

Il team del nuovo centro di Fiat Chrysler Automobiles è composto da 50 ingegneri che sono stati addestrati per tre mesi in Italia e Germania e hanno trascorso 2 mesi di formazione aggiuntiva presso il Centro sicurezza stesso. Si tratta dunque dell’ennesimo investimento che il gruppo italo americano del numero uno Mike Manley effettua nel grande paese latino americano. La cosa non sorprende più di tanto se si pensa che la società ha detto più volte che intende puntare forte sul Brasile per incrementare la sua crescita a livello globale.

Leggi anche: Fiat Chrysler: per John Elkann la proposta di fusione a Renault è stata un atto di coraggio

Fiat Chrysler: a Betim il gruppo italo americano ha inaugurato un nuovo centro per valutare la sicurezza delle sue auto

Leggi anche: FCA lancia la nuova piattaforma Uconnect Market che permetterà di acquistare prodotti direttamente in auto

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.