Fiat Chrysler: ex dirigente in USA si dichiara colpevole di corruzione

Fiat Chrysler: l'ex vice presidente dei rapporti con i dipendenti in USA si dichiara colpevole di aver corrotto alcuni funzionari del sindacato.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler Automobiles

Alphons Iacobelli, 58 anni, che in passato ha ricoperto il ruolo di vice presidente dei rapporti con i dipendenti in Fiat Chrysler USA, si è dichiarato colpevole di cospirazione. L’ex funzionario ha ammesso di aver violato la legge sulle relazioni di gestione del lavoro. Egli inoltre ha pure confermato di aver sottoscritto una falsa dichiarazione dei redditi basata sulla mancata segnalazione di centinaia di migliaia di dollari di reddito sottratti a Fca. Iacobelli è stato incriminato a luglio dalla Corte Distrettuale degli Stati Uniti a Detroit per aver partecipato ad una cospirazione che per corrompere alcuni funzionari del sindacato con denaro e regali proibiti.

Fiat Chrysler: l’ex vice presidente dei rapporti con i dipendenti in USA si dichiara colpevole di aver corrotto alcuni funzionari del sindacato

Iacobelli ha confermato di aver versato almeno 1,5 milioni di dollari in pagamenti impropri ai funzionari sindacali della United Auto Workers. Secondo un accordo di patteggiamento reso pubblico lunedì, l’ex dirigente ha accettato di collaborare a un’indagine in corso da parte del Dipartimento di Giustizia in merito a presunte irregolarità nei centri di formazione sindacale UAW finanziati dalle case automobilistiche statunitensi.

Ad agosto si era dichiarato colpevole anche un’altro ex funzionario di FCA

Jerome Durden, ex funzionario di Fiat Chrysler che il governo accusò di aver cospirato per aver deviato oltre 4,5 milioni di dollari in fondi del centro di addestramento UAW, si è dichiarato colpevole in agosto.  L’amministratore delegato di FCA, Sergio Marchionne, ha dichiarato che la condotta “deplorevole” di alcuni ex dirigenti non ha avuto nulla a che fare con il processo di contrattazione collettiva e che gli illeciti compiuti non erano noti al suo gruppo.

Leggi anche: Fiat Chrysler: il prossimo 1 giugno conosceremo il futuro di Alfa Romeo, Maserati e Jeep

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: l’ex vice presidente dei rapporti con i dipendenti in USA si dichiara colpevole di aver corrotto alcuni funzionari del sindacato

Leggi anche: Fiat Chrysler: la Fiom chiede un incontro con i vertici dell’azienda e il governo italiano

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler