Fiat Chrysler: ecco cosa sta accadendo a causa del Coronavirus

Il primo stabilimento a chiudere in Europa a causa del Coronavirus potrebbe essere l'impianto di Fiat Chrysler di Kragujevac in Serbia

di , pubblicato il
Fiat Chrysler

Vi avevamo anticipato nei giorni scorsi la possibile chiusura a causa del Coronavirus di uno degli stabilimenti europei di Fiat Chrysler Automobiles. Era stato lo stesso numero uno del gruppo italo americano Mike Manley ad anticipare questa possibilità. Nelle scorse ore si è venuto a sapere che lo stabilimento che potrebbe chiudere a causa della mancanza di componenti prodotti in Cina e la fabbrica di FCA che sorge a Kragujevac in Serbia.

Il primo stabilimento a chiudere in Europa a causa del Coronavirus potrebbe essere l’impianto di Fiat Chrysler di Kragujevac in Serbia

In questo stabilimento viene prodotta la monovolume Fiat 500L. Lo stop non è ancora ufficiale, Manley del resto aveva parlato di 2 o 4 settimane prima di un eventuale stop nel caso in cui l’epidemia di coronavirus non fosse messa sotto controllo. In particolare le parti che verrebbero a mancare e che di fatto impedirebbero la produzione di Fiat 500L nello stabilimento Fiat Chrysler di Kragujevac in Serbia sarebbero i sistemi audio e altre parti elettroniche dell’auto. Questo potrebbe essere il primo stabilimento di produzione di auto a dover interrompere la propria attività in Europa a causa del coronavirus.

Leggi anche: Fiat Chrysler avverte che il coronavirus potrebbe far chiudere un impianto in Europa

Discorso diverso invece in Cina dove la maggior parte delle fabbriche di automobili sono chiuse ormai da alcune settimane a causa dello scoppio dell’epidemia. Vedremo dunque se davvero nei prossimi giorni Fiat Chrysler ufficializzerà lo stop alla produzione di Fiat 500L a Kragujevac in Serbia.

Leggi anche: La fusione con PSA consentirà a FCA di lanciare più rapidamente nuovi modelli

Argomenti: