Fiat Chrysler: ecco cosa si cela dietro alla cessione di Magneti Marelli

Fiat Chrysler avrebbe ceduto Magneti Marelli per fare cassa e poter così attuare l'ambizioso piano di investimenti previsto.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Ha fatto scalpore la cessione di Magneti Marelli per 6,2 miliardi di euro che Fiat Chrysler ha annunciato nella giornata di ieri. In tanti si sono domandati come mai il gruppo italo americano abbia deciso di privarsi di un’azienda tanto importante cedendola ai giapponesi di Calsonic Kansei. Dobbiamo innanzi tutto dire che l’intenzione di cedere Magneti Marelli era già apparsa chiara negli scorsi anni e dunque non è stato un fulmine a ciel sereno. Questo nonostante lo scorso anno ad un certo punto si era parlato anche del possibile scorporo da FCA.

Fiat Chrysler avrebbe ceduto Magneti Marelli per fare cassa e poter così attuare l’ambizioso piano di investimenti previsto

Secondo gli addetti ai lavori la motivazione che avrebbe spinto Fiat Chrysler Automobiles a privarsi di Magneti Marelli è stata quella di fare cassa per poter così finanziare l’ambizioso piano industriale che dovrebbe garantire la forte espansione sul mercato di FCA. Oltre al lancio di numerose novità soprattutto per quanto concerne Jeep, Alfa Romeo e Maserati, il nuovo piano industriale annunciato lo scorso 1 giugno prevede importanti investimenti nell’elettrico e nell’ibrido, tutte cose che richiedono la disponibilità di grosse somme di denaro da investire.

I 6,2 miliardi di euro provenienti dalla cessione di Magneti Marelli serviranno alla realizzazione di nuove piattaforme in sostituzione delle attuali che ormai sono obsolete. Fiat Chrysler dunque vuole attuare una strategia simile a quella delle rivali tedesche che già da tempo hanno deciso di non produrre da se’ i componenti per le proprie auto ma di “controllare” con enormi commissioni fornitori esterni. Dunque adesso con questa cessione FCA cercherà di investire su nuovi progetti e sulle nuove tecnologie facendo produrre i componenti a fornitori stranieri che però verranno vincolati grazie ad enormi commissioni.

Leggi anche: Fiat Chrysler e Magneti Marelli: la Fiom è preoccupata per la situazione in Italia

Magneti Marelli: dietro la cessione della società di Fiat Chrysler si nasconde il desiderio di dare attuazione ai nuovi piani di sviluppo

Leggi anche: Fiat Punto addio: nei giorni scorsi prodotto l’ultimo esemplare, i lavoratori di FCA immortalano l’evento

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler